Pubblicità

Binge drinkers state attenti, la Drunkoressia sta chiamando.

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 374 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Circa 1 studentessa su 3 riferisce di aver risparmiato calorie per episodi di abbuffata alcolica.

Binge drinkers state attenti la Drunkoressia sta chiamando

Mojito, appletini o un semplice bicchiere di fizz - possono ridurre lo stress di una giornata intensa, ma se ti ritrovi ad abbuffarti per più di un paio di occasioni, potresti mettere a rischio la tua salute fisica e mentale secondo una nuova ricerca della University of South Australia.

Esaminando i modelli di consumo di 479 studentesse universitarie australiane di età compresa tra 18 e 24 anni, il primo studio empirico al mondo ha esplorato i modelli di convinzioni sottostanti che possono contribuire alla Drunkoressia - un comportamento dannoso e pericoloso in cui patterns alimentari disordinati vengono utilizzati per compensare gli effetti negativi del consumo eccessivo di alcol, come l’aumento di peso.

In modo preoccupante, i ricercatori hanno scoperto che negli ultimi tre mesi uno sconcertante 82,7 per cento delle studentesse universitarie intervistate aveva assunto comportamenti drunkoressici. Inoltre, oltre il 28% stava saltando regolarmente e di proposito i pasti, consumando bevande alcoliche a basso contenuto calorico o senza zucchero, attuando comportamenti purgativi (purging) o facendo esercizio fisico dopo aver bevuto per ridurre le calorie ingerite con l’alcol, almeno il 25% delle volte.
La psicologa clinica e ricercatrice principale Alycia Powell-Jones afferma che la prevalenza dei comportamenti drunkoressici tra le studentesse universitarie australiane è preoccupante.

"A causa della loro età e stadio di sviluppo, i giovani adulti hanno maggiori probabilità di assumere comportamenti a rischio, che possono includere il consumo eccessivo di alcol", afferma Powell-Jones.
Il consumo eccessivo di alcol combinato con schemi alimentari restrittivi e disordinati è estremamente pericoloso e può aumentare notevolmente il rischio di sviluppare gravi conseguenze fisiche e psicologiche, tra cui ipoglicemia, cirrosi epatica, deficit nutrizionali, danni al cervello e al cuore, perdite di memoria, blackout, depressione e deficit cognitivi”.

"Certamente, molti di noi hanno bevuto troppo alcool in qualche occasione, e sappiamo come ci sentiamo il giorno dopo, che questo non è un bene per noi, ma quando quasi un terzo delle giovani studentesse universitarie stanno intenzionalmente tagliando il cibo esclusivamente per compensare le calorie dell'alcool, è una seria preoccupazione per la salute ".

L'uso dannoso di alcol è un problema globale, con un consumo eccessivo che causa milioni di morti, tra cui molte migliaia di giovani vite.

In Australia, una persona su sei consuma alcolici a livelli pericolosi, mettendo a rischio la vita per malattia o incidenti correlati all'alcol.
La combinazione di un'eccessiva assunzione di alcol con comportamenti alimentari restrittivi per compensare le calorie può provocare un cocktail altamente tossico per questa popolazione.

Pubblicità

Lo studio è stato condotto in due fasi. Il primo ha misurato la prevalenza di attività auto-segnalate, compensative e restrittive in relazione al loro consumo di alcol.

La seconda fase ha identificato i "Early Maladaptive Schemes (EMS)" dei partecipanti - o modelli di pensiero - scoprendo che il sottoinsieme di schemi più predittivi di Drunkoressia erano " scarso autocontrollo ", "privazione emotiva" e "isolamento sociale".

Powell-Jones afferma che identificare i primi schemi disadattivi collegati alla Drunkoressia sono la chiave per comprendere la condizione dannosa.

Questi sono temi profondi e pervasivi riguardanti se stessi e il proprio rapporto con gli altri, che possono svilupparsi durante l'infanzia e quindi influenzare tutti gli ambiti della vita, spesso in modi disfunzionali. I primi schemi disadattivi possono anche essere influenzati da norme culturali e sociali.

Il comportamento drunkoressico sembra essere motivato da due norme sociali chiave per i giovani adulti: consumo di alcol e magrezza. "Questo studio ha fornito spunti preliminari per una migliore comprensione del perché le giovani donne adulte prendano la decisione di attuare comportamenti drunkoressici", afferma Powell-Jones.
"Non solo può essere una strategia di coping per gestire le ansie sociali attraverso l'accettazione e l'adattamento alle aspettative dei gruppi di pari o delle culture, ma mostra anche la dipendenza da strategie di coping evitanti”.
"È importante che medici, educatori, genitori e amici siano consapevoli dei fattori che motivano le giovani donne a impegnarsi in questo comportamento dannoso e pericoloso, tra cui norme culturali, convinzioni che guidano l'autostima, un senso di appartenenza e connessione interpersonale".
"Essendo collegati, ricercatori e clinici possono sviluppare adeguati interventi clinici e supporto ai giovani vulnerabili nel settore della salute mentale giovanile".

Journal Reference:

  • Alycia Powell‐Jones, Susan Simpson. Drunkorexia: An investigation of symptomatology and early maladaptive schemas within a female, young adult Australian population. Australian Psychologist, 2020; DOI: 10.1111/ap.12462

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: psicologia drunkoressia;

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come imparare ad andare [1599…

mar, 29 anni Ho avuto una relazione di 5 anni finita per motivi banali, incomprensioni, caratteri opposti e contrastanti. La storia é finita quasi tre anni...

MARITO DEPRESSO DA 3 MESI [159…

blu, 43 anni Buongiorno, non riesco a capire come poter aiutare mio marito che oramai sono 3 mesi che è depresso soprattutto la mattina appena sveglio e l...

Consulenza [1599577765688]

Bice84, 36 anni Salve, volevo chiederle un'informazione riguardo alcuni comportamenti di mio marito. ...

Area Professionale

Considerazioni teoriche sulla …

In letteratura sono presenti diverse teorie sulle cause sottostanti l'abuso e la violenza domestica. Queste includono teorie psicologiche che considerano i trat...

La relazione gene-ambiente nel…

Fra gli scienziati è in corso un importante dibattito sui nuovi modelli che esaminano il ruolo combinato dei geni e dell'ambiente nell'evoluzione della schizofr...

Marketing e comunicazione nel …

I social media ed internet hanno modificato il modo di comunicare di milioni di persone. Di conseguenza è cambiato anche il modo di fare marketing ed è import...

Le parole della Psicologia

Neuropsicologia

“L’importanza teorica della neuropsicologia sta nel fatto che essa permette di avvicinarsi maggiormente all’analisi della natura e delle struttura interna dei p...

Complesso di Edipo

Il nome deriva dalla leggenda di Edipo, re di Tebe, che, inconsapevolmente, uccide il padre Laio e sposa la madre Giocasta. Nella teoria psicoanalitica, indica...

Ortoressia

L'ortoressia (dal greco orthos "corretto" e orexis "appetito") è una forma di attenzione abnorme alle regole alimentari, alla scelta del cibo e alle sue caratte...

News Letters

0
condivisioni