Pubblicità

Bionda e pericolosissima: davanti a lei gli uomini diventano stupidi

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 288 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Quando si trovano davanti ad una bionda, gli uomini diventano più stupidi di quello che normalmente sono: l'attività cerebrale diminuisce, il quoziente intellettivo scende, le capacità cognitive vengono in buona parte ibernate. Secondo il professor Thierry Meyer, docente di psicologia sociale all'università francese di Nanterre e co-autore di una ricerca in materia, il perché dell'arcano è facilmente spiegabile: nel mondo occidentale, in particolare in quello anglo-americano, è molto diffusa l'idea (le commedie di Marilyn Monroe hanno la loro parte di colpa) che le bionde siano poco sveglie. Con loro, quindi, dovrebbero sforzare la materia grigia.

La ricerca - annunciata oggi dal domenicale "Sunday Times" (che sull'argomento ha lanciato un amletico dibattito on line tra i lettori: "ma le bionde sono o no più cretine della media?") - è stata compiuta sottoponendo ad una serrata batteria di test d'intelligenza un campione di uomini dopo averli "esposti" a donne con capelli di diverso colore. La bionda - ecco cosa si è scoperto - paralizza al massimo l'intelletto del povero maschio, ma il sex appeal non c'entra: l'uomo - sostiene il prof. Meyer nella ricerca pubblicata sulle pagine della rivista "Journal of Experimental Psychology" - spegne il cervello quando incontra una donna con i capelli chiari semplicemente perché è vittima di uno "stereotipo sociale".

Tratto da "Ilmessagero.it" - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Superare una violenza subita (…

Cima, 23     Quasi due anni fa sono stata violentata da un ragazzo che conosco. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Workaholism

Il workaholism, o dipendenza dal lavoro, può essere definito come “una spinta interna irresistibile a lavorare in maniera eccessivamente intensa”. Esso è consid...

Alloplastica

tendenza mentale a trasformare l'ambiente ed il prossimo. È un effetto della condotta che consiste in modificazioni esterne al soggetto, in opposizione a mod...

Pregoressia

È un disturbo alimentare, noto anche come mammoressia, legato all’ossessione di tornare subito in forma dopo il parto Non si tratta di un deficit contemplato n...

News Letters

0
condivisioni