Pubblicità

Bribing children is a common parental tactic _ but at what cost?

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 286 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Whichever it is, many parents today readily admit to buying off their children, who get goodies for anything from behaving in a restaurant to sleeping all night in their own beds. Often, the rewards are for behaviors their own parents would have simply expected, just because they said so.

The new dynamic - sometimes seen as a backlash to that strictness - has some parenting experts wondering if today's parents have gone too soft. "It's definitely more our generation," Kirsten Whipple, a 35-year-old mom in Northbrook, Illinois, says with a quiet laugh. "I'm sure our parents would be appalled if they knew how much we bribe our children." She can see why they might be - but she and her husband try not to overuse rewards and have found they work best for smaller things. For instance, they might offer their boys, ages 5 and 8, a special dessert or a chance to rent a video game if they listen to their baby sitter. A good report card might earn a dinner out to celebrate. Whipple has noticed a downside though - what she calls a "sense of entitlement." "Often times, it leads to good behavior with a question attached: 'What are you going to give me?'" she says. That is part of what worries parenting experts.

Tratto da "Psycport.com"- prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Anancasmo

Con i termine “anancasmo”, dal greco ἀναγκασμός ossia "costrizione, violenza", ci si riferisce al sintomo delle nevrosi ossessive o compulsive, consistente nell...

Oblio

L'oblio è un processo naturale di perdita dei ricordi per attenuazione, modificazione o cancellazione delle tracce mnemoniche, causato dal passare del tempo tra...

Il linguaggio

L’uomo comunica sia verbalmente che attraverso il non verbale. Il processo del linguaggio ha suscitato da sempre l’interesse degli studiosi essendo essa una car...

News Letters

0
condivisioni