Pubblicità

Bulli sul web: denunciati minorenni

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 232 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Una volta c'erano le bande di bulli metropolitani oggi la nuova frontiera dei piccoli delinquenti in erba è Internet. I finanzieri del comando provinciale della Guardia di Finanza di Milano hanno «sgominato» due bande di cracker rivali che si sfidavano on line danneggiando siti Internet e impedendo agli utenti di alcuni portali di accedere alla posta elettronica.I due capibanda hanno rispettivamente 13 e 16 anni e sono stati segnalati alla magistratura per accesso abusivo a un sistema informatico, violazione di corrispondenza e impedimento illecito di comunicazioni. Sono almeno una decina i «bulli informatici», tutti minori, coivolti nell'indagine.
L'indagine è partita la primavera scorsa quando il legale rappresentante di una multinazionale dell'industria informatica ha presentato un esposto alle Fiamme Gialle di Milano segnalando danni economici rilevanti, all'immagine ed ai diritti connessi al copyright per una serie di «invasioni» di pirati informatici.

I finanzieri hanno quindi iniziato a indagare credendo di dover puntare l'attenzione su adulti che con gli attacchi sul web «volevano alterare le regole di funzionamento della concorrenza e del mercato inerenti allo sfruttamento economico della proprietà intellettuale».
In realtà i detective con grande stupore si sono resi conto di non trovarsi in presenza dei classici fenomeni di pirateria informatica, ma di avere a che fare con due distinti gruppi di cracker composti esclusivamente da adolescenti e in competizioni tra loro.

tratto da La Gazzetta del Mezzogiorno - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Difficoltà nello studio per un…

Annesin, 75 Gentili Signori,ho bisogno di un consiglio, perché vorrei dare una mano a una persona a me cara per un problema piccolo, ma che la inquieta per g...

Depressione (1557401609185)

Victoria, 22 Mi sveglio già stanca, da troppo tempo ormai, quasi da sempre. Mio padre è tornato a casa ieri sera, ha iniziato a sistemare la spesa in cucina ...

Ipocondria (1556980274713)

 Kiki, 30 Salve,Avrei bisogno di un consulto riguardo una persona a me molto vicina e molto cara, la quale soffre di ipocondria. Fortunatamente non ha...

Area Professionale

Articolo 17 - il Codice Deonto…

Anche questa settimana proseguiamo su Psiconline.it, con l'art.17 (segreto professionale e tutela della Privacy), il lavoro di analisi e commento, a cura d...

Articolo 16 - il Codice Deonto…

Su Psiconline.it proseguiamo, con il commento all'art.16 (comunicazioni scientifiche e anonimato), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini ch...

Articolo 15 - il Codice Deonto…

proseguiamo su Psiconline.it, con il commento all'art.15 (Collaborazioni con altri professionisti), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini c...

Le parole della Psicologia

Empatia

Il termine empatia si riferisce alla capacità di una persona di partecipare ai sentimenti di un'altra, nel “mettersi nei panni dell’altro”, entrando in sintonia...

La sindrome di Alice nel Paese…

Disturbo neurologico  che colpisce la percezione visiva, associato a  emicrania, crisi epilettiche o sostanze stupefacenti. La sindrome di Alice nel ...

I gruppi Balint

I gruppi Balint iniziarono verso la fine degli anni ’40 quando fu chiesto a Michael e a Enid Balint di fornire ai medici generici una formazione psichiatrica pe...

News Letters

0
condivisioni