Pubblicità

Caldo o freddo? Come la temperatura influisce sulle scelte

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 3308 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Immaginate di essere in vacanza e fermarvi in un negozio: scaffali pieni di patatine e caramelle, frigoriferi pieni di birra, magliette in offerta... e una vetrina stracolma di biglietti delle più diverse lotterie. In genere non giocate, ma oggi siete sopraffatti dalla voglia di tentare la fortuna. Quale gioco scegliere? Uno dei tantissimi biglietti "gratta e vinci"? O un classico lotto?
La decisione potrebbe cambiare a seconda che siate in vacanza in Alaska o in Florida. Recenti ricerche suggeriscono infatti che un clima caldo indebolisce la nostra capacità di prendere decisioni complesse, anzi ci induce a evitare decisioni simili.

Nel caldo soffocante di un'estate tropicale, scegliere tra decine di biglietti gratta e vinci può apparire un compito insormontabile, che si preferisce evitare, magari optando per una schedina del lotto precompilata. Nel clima più freddo dell'Alaska, invece, la capacità di prendere decisioni complesse non dovrebbe essere influenzata; quando è freddo siamo in grado di valutare le opzioni e scegliere la migliore, non importa quanto sia complessa la decisione dal punto di vista cognitivo.

Tratto da: "lescienze.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

 

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia adatta alle tue esigenze? O quella più vicina al tuo luogo di residenza? Cercala su logo.png




 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto compagno [1596550507819]

Manugia68, 51 anni  Buongiorno, grazie per l'attenzione. Vorrei chiedervi gentilmente che cosa in termini di comportamento dovrei provare a fare per ...

Single a 44 anni [159637738178…

Giuseppe, 44anni Gent.mi dottori buongiorno, vi scrivo per chiedervi un'opinione sulla mia storia di vita. Prometto che non sarò prolisso. ...

stato apatico [1596135127415]

Cerbero80, 40 anni Premetto che vi scrivo non perché io non sia soddisfatto del lavoro che ho fatto fino ad oggi con la mia terapista, ma prevalentemente p...

Area Professionale

Come lavorare con chi ha avuto…

Capita a psicologi e psicoterapeuti di lavorare con clienti che provengono da precedenti relazioni terapeutiche e in questo breve articolo cerchiamo di foc...

La resilienza e i concreti ind…

Gregory E. Miller e i suoi collaboratori in un nuovo studio di neuroimaging pubblicato sulla rivista PNAS hanno ipotizzato che la connettività della rete esecut...

Nelle sedute di psicoterapia l…

Una ricerca, pubblicata su “The American Journal of Psychotherapy”, sostiene l'ipotesi che l'umorismo all'interno delle sedute di psicoterapia possa contribuire...

Le parole della Psicologia

Lo stereotipo

Il termine stereotipo deriva dalle parole greche "stereos" (duro, solido) e "typos" (impronta, immagine, gruppo), quindi "immagine rigida". Si tratta di...

Ecolalia

L'ecolalia è un disturbo del linguaggio che consiste nel ripetere involontariamente, come un'eco, parole o frasi pronunciate da altre persone Si osserva, come ...

Memoria

La memoria è quel meccanismo neuropsicologico che permette di fissare, conservare e rievocare esperienze e informazioni acquisite dall’ambiente (interno ed este...

News Letters

0
condivisioni