Pubblicità

Calo del desiderio: allo studio un nuovo farmaco

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 275 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Una donna su dieci soffre di problemi legati al calo del desiderio sessuale, in gergo medico disturbo da desiderio dessuale ipoattivo (HSDD), ma solo un terzo di esse si rivolge al medico per avere consiglio o aiuto. A dipingere questo quadro sono i dati presentati al congresso annuale dell’American College of Obstetricians and Gynaecologists (ACOG) in corso questa settimana.

Il disturbo da desiderio sessuale ipoattivo è molto diffuso, ma ancora poco diagnosticato, e può avere ripercussioni negative serie sulla qualità della vita delle donne, con conseguenti disagi psicologici significativi e ripercussioni negative sulla relazione con il partner. Esso si manifesta come un calo di interesse o di desiderio sessuale, assenza di fantasie o pensieri sessuali e diminuzione della risposta sessuale; non è dovuto agli effetti di alcun un farmaco, né a particolari condizioni mediche. «Se da un lato il sesso è un argomento di cui si parla quotidianamente sui media e nella società nel suo complesso - spiega la sessuologa Sheryl Kingsberg - dall’altro si parla poco dei problemi sessuali femminili.

Tratto da "sanihelp.it" - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia di perdere i propri cari…

Rita, 22     Salve, parlo a nome del mio fidanzato che non sa che sto scrivendo qui. ...

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Catarsi

Catarsi è un termine greco che deriva da kathàiro, "io pulisco, purifico", quindi significa “purificazione, liberazione, espiazione, redenzione”. Per i pitagor...

Lallazione

Indica quella fase di sviluppo del linguaggio infantile, che comincia all’incirca intorno al quarto-quinto mese di vita, e che consiste nell’emissione di suoni...

Emetofobia

Dal greco emein che significa "un atto o un'istanza di vomito" e fobia, ovvero "un esagerato solito inspiegabile e illogico timore di un particolare oggetto,&nb...

News Letters

0
condivisioni