Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Cancro ed emozioni negative

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 2610 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

In un recente studio condotto da ricercatori canadesi è emerso che lo squilibrio emotivo che accompagna una diagnosi di cancro potrebbe rivelarsi positivo per i pazienti.

Cancro ed emozioni negative

Secondo i ricercatori della Concordia University e dell'Università di Toronto, l’ansia, il senso di colpa e il dolore spesso vengono di pari passo con una diagnosi e con un trattamento per il cancro.

Anche se è normale sentirsi giù di morale dopo la diagnosi, i sentimenti di rabbia o di colpa possono spingere gli individui a definire nuovi obiettivi e a impegnarsi in esercizi più vigorosi.

Il Dottor Andrée Castonguay, autore principale dello studio, ha spiegato che questa nuova motivazione funge da metodo utile a contrastare l’aumento del cortisolo, ormone dello stress. Il cortisolo viene secreto dal nostro organismo in risposta alle emozioni e può alterare in maniera negativa il funzionamento corporeo.

La ricerca ha esaminato delle pazienti con una diagnosi di carcinoma mammario ed i risultati sono stati pubblicati all’interno della rivista Health Psychology.

Alla ricerca sono state chiamate a partecipare 145 pazienti, sopravvissute al cancro al seno, alle quali è stato chiesto di compilare un questionario per valutare le emozioni, la capacità di impegnarsi in nuovi obiettivi e il livello di attività fisica. Gli autori dello studio hanno anche monitorato i livelli di cortisolo, analizzando campioni di saliva forniti per cinque volte nel corso di un anno dalle partecipanti.

Pubblicità

Il team ha poi condotto dettagliate analisi, utilizzando strumenti statistici volti a evidenziare il rapporto tra i sentimenti negativi delle donne, l'impegno verso nuovi obiettivi, l'attività fisica e i livelli di cortisolo nel tempo.

Dai risultati dello studio è emerso che la capacità delle partecipanti di stabilire nuovi obiettivi, come cominciare a fare veloci passeggiate, non solo ha favorito gli effetti benefici delle emozioni sull’attività fisica, ma ha anche impedito gli effetti negativi derivanti dall’aumento del cortisolo, che può determinare svariate problematiche di salute, come un sistema immunitario indebolito.

Come spiegano i ricercatori, questi risultati sottolineano la complessità del legame tra emozioni e salute. Anche se le emozioni negative hanno una cattiva reputazione e si pensa possano essere legate alla malattia, sono state anche “progettate” per determinare comportamenti adattivi. In particolare, le emozioni come il senso di colpa o l’ansia possono motivare gli individui a cambiare quei comportamenti nocivi per la salute e ad impegnarsi maggiormente nell’esercizio. Ciò riveste una particolare importanza nei pazienti sopravvissuti al cancro, in quanto l’inattività, i problemi di peso o l’obesità possono essere fattori di rischio comuni.

Castonguay ha affermato che, nonostante le recenti linee guida incoraggino le sopravvissute al cancro al seno a impegnarsi in comportamenti sani, solo poche si impegnano effettivamente a mettere in pratica tali raccomandazioni.

Per ridurre il rischio di sviluppare ulteriori problemi di salute legati alla funzione immunitaria, al peso e alla qualità della vita, sono necessari almeno 150 minuti di attività fisica (da moderata a vigorosa) a settimana.

Alla luce dei risultati ottenuti, i ricercatori hanno concluso che alcune emozioni negative possono svolgere un ruolo importante nella direzione dei comportamenti adattivi di salute tra alcune pazienti sopravvissute al cancro e possono contribuire a determinare benefici a lungo termine sulla salute fisica.

Come ha spiegato Castonguay: "La capacità di impegnarsi e di impegnarsi in nuovi obiettivi è una risorsa importante per aiutare le sopravvissute a mettere in pratica le raccomandazioni e a minimizzare l'impatto negativo delle emozioni negative funzionamento biologico".

 

Tratto da: psychcentral

 

(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa Rubina Auricchio)

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

Tags: emozioni cancro

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Consiglio (1530794336243)

luciano85, 32     Il motivo principale che mi spinge ad avere un parere è che vorrei capire se determinate sensazioni, pensieri e ansie siano nor...

Marito che pensa solo alla sua…

Namaste, 30     Salve, sono una ragazza di 30 anni sposata da 3 anni con un cittadino marocchino di 23. ...

L'amore e la comunicazione (15…

Anna, 26     Salve Dottore, mi trovo in una relazione da sei anni con A., abbiamo due anni di differenza ed ancora non conviviamo. ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Desiderio

Tra Freud e Lacan: Dalla ricerca dell’Altro al Desiderio dell’Altro. Il desiderio, dal latino desiderĭu(m), “desiderare”, fa riferimento ad un moto intenso d...

Oggetto

“Lo sviluppo delle relazioni oggettuali è un processo mediante il quale la dipendenza infantile dall’oggetto cede a poco a poco il passo ad una dipendenza matur...

Ortoressia

L'ortoressia (dal greco orthos "corretto" e orexis "appetito") è una forma di attenzione abnorme alle regole alimentari, alla scelta del cibo e alle sue caratte...

News Letters

0
condivisioni