Pubblicità

Carta dei Diritti del Bambino in Ospedale

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 442 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Dalle parole ai fatti. Le parole sono quelle che danno corpo agli articoli che compongono la Carta dei Diritti del Bambino in Ospedale (DBH). I fatti sono la traduzione concreta di queste parole nelle Pediatrie della Toscana. Un passo avanti importante e sostanziale a favore dei bambini, che è stato reso possibile dall’impegno di circa 250 operatori di tutte le Aziende Sanitarie della regione, autori della prima Guida di autovalutazione che permette agli operatori di “mappare” il proprio contesto ospedaliero, verificando sei i diritti del bambino in Ospedale vengono rispettati. Gli operatori infatti sottolineano carenze su vari temi, ovvero “nell’informazione/formazione sugli “abusi e maltrattamenti sui minori”; nella qualità della comunicazione tra gli operatori nel proprio contesto lavorativo; nella formazione interdisciplinare sui temi riguardanti il rispetto dei diritti del bambino in ospedale (approccio giuridico; bioetico; psicologico) e nella disponibilità di supporto psicologico per gli operatori per affrontare situazioni di disagio e evitare burn-out”.

Tratto da "italiasalute.leonardo.it" prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Binge Eating Disorder

Non si conosce ancora la causa esatta del BED (binge Eating Disorder), anche perché è una patologia da poco individuata e studiata come categoria a sé stante (s...

Musofobia

Il termine musofobia, che deriva del greco μῦς (mys) che significa "topo", è la paura persistente ed ingiustificata per i topi, più in generale per i roditori. ...

Sentimento

Il sentimento è quella risonanza affettiva, meno intensa della passione e più duratura dell’emozione, con cui il soggetto vive i suoi stati soggettivi e gli asp...

News Letters

0
condivisioni