Pubblicità

Carta dei Diritti del Bambino in Ospedale

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 433 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Dalle parole ai fatti. Le parole sono quelle che danno corpo agli articoli che compongono la Carta dei Diritti del Bambino in Ospedale (DBH). I fatti sono la traduzione concreta di queste parole nelle Pediatrie della Toscana. Un passo avanti importante e sostanziale a favore dei bambini, che è stato reso possibile dall’impegno di circa 250 operatori di tutte le Aziende Sanitarie della regione, autori della prima Guida di autovalutazione che permette agli operatori di “mappare” il proprio contesto ospedaliero, verificando sei i diritti del bambino in Ospedale vengono rispettati. Gli operatori infatti sottolineano carenze su vari temi, ovvero “nell’informazione/formazione sugli “abusi e maltrattamenti sui minori”; nella qualità della comunicazione tra gli operatori nel proprio contesto lavorativo; nella formazione interdisciplinare sui temi riguardanti il rispetto dei diritti del bambino in ospedale (approccio giuridico; bioetico; psicologico) e nella disponibilità di supporto psicologico per gli operatori per affrontare situazioni di disagio e evitare burn-out”.

Tratto da "italiasalute.leonardo.it" prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

Bulimia

La bulimia è, insieme all’anoressia, uno dei più importanti disturbi del comportamento alimentare. L’etimologia della parola “bulimia” deriva dai termini grec...

Ecolalia

L'ecolalia è un disturbo del linguaggio che consiste nel ripetere involontariamente, come un'eco, parole o frasi pronunciate da altre persone Si osserva, come ...

News Letters

0
condivisioni