Pubblicità

Ccsvi e Sclerosi Multipla, due anni dopo Comi: «Manca l'evidenza  epidemiologica»

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 275 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Partirà tra pochi giorni Brave Dreams, lo studio multicentrico per valutare l'efficacia e la sicurezza del "metodo Zamboni", la cosiddetta "liberazione" delle vene tramite angioplastica: 685 persone arruolate, di età compresa tra i 18 e i 65 anni, con sclerosi multipla nelle forme recidivante remittente e secondariamente progressiva. Sono, infatti, trascorsi più di due anni da quando il professore Zamboni ha proposto alla comunità scientifica l'ipotesi di correlazione tra Sm e Ccsvi che ha suscitato le speranze di molti malati - sono circa 63mila in Italia -, attirando l'attenzione, anche critica, da parte del mondo della ricerca.

Al tema Salute24 sta dedicando un approfondimento periodico, per mettere a confronto in modo aperto le opinioni dei ricercatori, come si conviene ad un dibattito pubblico, al quale è stato invitato a partecipare anche il professore Paolo Zamboni, che ha legittimamente declinato la proposta in attesa del termine della sperimentazione da lui coordinata. In questa puntata intervistiamoGiancarlo Comi, direttore del Dipartimento Neurologico e Direttore dell’Inspe, l'Istituto di Neurologia Sperimentale, presso il San Raffaele di Milano e professore di Neurologia presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano.

 

Tratto da: "salute24.ilsole24ore.com" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto (1539692710493)

JESSICA,40     Vivo un periodo difficile, dove l'ex del mio compagno fa di tutto per farti saltare le rotelle...e ci riesce, mi spia nei social, ...

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Maternage

In psicologia, il maternage è il complesso di atteggiamenti ed azioni implicati nel rapporto madre-figlio, soprattutto nei primissimi anni, che possono essere i...

Ortoressia

L'ortoressia (dal greco orthos "corretto" e orexis "appetito") è una forma di attenzione abnorme alle regole alimentari, alla scelta del cibo e alle sue caratte...

Claustrofobia

La claustrofobia (dal latino claustrum, luogo chiuso, e phobia, dal greco, paura) è la paura di luoghi chiusi e ristretti come camerini, ascensori, sotterranei...

News Letters

0
condivisioni