Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Celiachia aumenta rischio depressione e disturbi alimentari

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 300 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

La celiachia è un disturbo che si va diffondendo sempre più. Si contraddistingue da una reazione negativa al glutine contenuto in alcuni tipi di alimenti – in genere cereali. Questa intolleranza è causa di diversi tipi di sintomi, tra cui dolori addominali, costipazione, riduzione dell’appetito, diarrea, nausea e vomito.
Se questo già di per sé non bastasse, oggi, un nuovo studio pubblicato su Chronic Illness suggerisce che chi ne soffre è più esposto al rischio di sviluppare la depressione e disturbi del comportamento alimentare.

 

 

 

I soggetti più colpiti tuttavia pare siano le donne.
Lo studio che ha messo in evidenza come la celiachia possa anche essere un fattore di rischio, per le donne, di cadere in depressione e soffrire di disturbi alimentari, è stato condotto dai ricercatori statunitensi della Pennsylvania State University, coordinati dal professor Josh Smyth.
I ricercatori hanno così coinvolto 177 donne con un’età superiore ai 18 anni – con diagnosi di celiachia - a cui è stato chiesto di rispondere a una serie di domande, via web, basate sulle proprie esperienze fisiche, emozionali e comportamentali.

 

 

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fine di un amore senza motivo …

tz86, 31     Buongiorno, è circa un mese che sono stato lasciato dalla mia ragazza. Una relazione breve, circa un anno. Ma molto intensa e bella...

Difficoltà nelle relazioni con…

io, 25     Lavoro in un codominio come portiere, da un po' di tempo ho come la sensazione che si approffitino di me. ...

Distacco dai genitori (1526380…

Alice, 25     Buongiorno, sono una ragazza di 25 anni che lavora. Ho un fidanzato e per fine anno vorremmo andare a convivere. ...

Area Professionale

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Obesità e Confine del Sé nel T…

In tutti i disturbi del comportamento alimentare, ed in particolare nell'obesità, troviamo le problematiche relative alla dimensione del dare/avere e del dentro...

Le parole della Psicologia

Belonefobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata degli aghi e gli spilli, conosciuta anche come aicmofobia o aichmofobia. ...

Abulia

Dal greco a-bule (non – volontà) indica uno stato soggettivo di mancanza o perdita della volontà. Si riferisce sia a un disturbo dell’attività intenzionale, pe...

Noia

È  uno stato psicologico ed esistenziale di insoddisfazione, temporanea o duratura, nata dall'assenza di azione, dall'ozio o dall'essere impegnato in un'at...

News Letters

0
condivisioni