Pubblicità

Cervello: basta un po' di corrente per imparare più in fretta

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 316 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Uno studio ha dimostrato che applicando in modo non invasivo né doloroso una lieve corrente elettrica al cervello per 20 minuti, si possono migliorare le prestazioni imparando più in fretta dagli errori.Si può potenziare la capacità del cervello di una persona di imparare, anche dai propri errori, senza somministrarle farmaci o sottoporla a trattamenti invasivi? Uno studio pubblicato sul Journal of Neuroscience sostiene di sì, e porta come prova i risultati di diversi esperimenti svolti applicando una leggera corrente elettrica al cervello, attraverso una banda elastica posta intorno al cranio dei partecipanti.
La fascia conteneva due elettrodi, anodo e catodo posti in cima alla testa e sul mento del soggetto e i ricercatori, dopo averla posizionata, vi facevano scorrere corrente a bassa intensità per 20 minuti: quella che si definisce stimolazione transcranica a corrente continua.

 


Tratto da www.panorama.it- Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Sindrome di Cotard

E’ una sindrome delirante che porta la persona a credere di essere morta, di non esistere più oppure di aver perso tutti gli organi interni. Jules Cotard, un n...

Il linguaggio

L’uomo comunica sia verbalmente che attraverso il non verbale. Il processo del linguaggio ha suscitato da sempre l’interesse degli studiosi essendo essa una car...

Disturbo schizoide di personal…

Disturbo di personalità caratterizzato da mancato desiderio o piacere ad instaurare relazioni altrui e chiusura verso il mondo esterno. Il disturbo schizoide d...

News Letters

0
condivisioni