Pubblicità

Cervello, l'importante è guadagnare più dei colleghi

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 298 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Se è bello guadagnare tanto, è ancora meglio se lo stipendio è più alto di quello dei colleghi. L’assunto potrebbe apparire cinico, ma è vero: ad affermarlo è uno studio tedesco pubblicato su Science, secondo cui percepiamo il nostro guadagno non solo per il suo valore assoluto, ma anche in base a quanto prendono gli altri. La ricerca, una “coproduzione” di economisti e neuroscenziati dell’università di Bonn, sembrerebbe smentire le teorie economiche tradizionali che, finora, hanno preso in considerazione solo il guadagno individuale.

La valutazione dei volontari è avvenuta a coppie, registrando la loro attività cerebrale con la risonanza magnetica mentre ricevevano o meno una ricompensa economica. Quando guadagnavano più dell’altro partecipante, mostravano un’attività del centro cerebrale “della ricompensa” maggiore rispetto a quando venivano pagati entrambi con la stessa cifra. Lo scopo del team della Bonn University, guidato dall’epilettologo Christian Elgere e dall’economista Armin Falk, è «scoprire - spiegano - come funziona la mente dell’”Homo economicus”».

Tratto da "LaStampa.it" - prosegui nella lettura dell'articolo


0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Marito assente (156491757332)

  sossie, 50 Sono sposata da 25 anni ed ho due splendidi ragazzi di 15 e 11 anni. 10 anni fa dopo la nascita del secondo figlio mio marito di anni 50...

Carla (1564835062431)

  carla, 30 Buongiorno, vi scrivo perché sto veramente male, sono fidanzata da 3 anni col il mio compagno con cui ho avuto una bambina pochi mesi fa ...

Relazione a distanza (15648262…

sara, 22 Salve, avrei un problema che mi blocca da giorni e vorrei un consiglio. Io e il mio ragazzo abbiamo una relazione a distanza da circa un anno (io it...

Area Professionale

Articolo 30 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.30 (compenso professionale), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo se...

Articolo 29 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.29 (uso presidi), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settimana spi...

Articolo 28 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art.28 (vita privata e vita professionale) prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settiman...

Le parole della Psicologia

Insonnia

L'insonnia è un disturbo caratterizzato dall'incapacità di prendere sonno, nonostante ce ne sia il reale bisogno fisiologico. ...

Facies

Il termine latino Facies si riferisce all’espressività ed alla mimica facciali, nonché alla mobilità dei muscoli pellicciai. In semeiotica medica, il termine s...

Nevrosi

Le nevrosi rappresentano un gruppo di disturbi che coinvolgono la sfera comportamentale, affettivo-emotivo e psicosomatica dell’individuo in assenza di una pato...

News Letters

0
condivisioni