Pubblicità

Cervello, l'importante è guadagnare più dei colleghi

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 387 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Se è bello guadagnare tanto, è ancora meglio se lo stipendio è più alto di quello dei colleghi. L’assunto potrebbe apparire cinico, ma è vero: ad affermarlo è uno studio tedesco pubblicato su Science, secondo cui percepiamo il nostro guadagno non solo per il suo valore assoluto, ma anche in base a quanto prendono gli altri. La ricerca, una “coproduzione” di economisti e neuroscenziati dell’università di Bonn, sembrerebbe smentire le teorie economiche tradizionali che, finora, hanno preso in considerazione solo il guadagno individuale.

La valutazione dei volontari è avvenuta a coppie, registrando la loro attività cerebrale con la risonanza magnetica mentre ricevevano o meno una ricompensa economica. Quando guadagnavano più dell’altro partecipante, mostravano un’attività del centro cerebrale “della ricompensa” maggiore rispetto a quando venivano pagati entrambi con la stessa cifra. Lo scopo del team della Bonn University, guidato dall’epilettologo Christian Elgere e dall’economista Armin Falk, è «scoprire - spiegano - come funziona la mente dell’”Homo economicus”».

Tratto da "LaStampa.it" - prosegui nella lettura dell'articolo


0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come si ritrova l'amore di viv…

polppols, 18 anni Ciao, ho 18 anni e non so bene come iniziare a scrivere questa richiesta. Non mi sono mai aperta con qualcuno liberamente e sinceramente ...

Problematiche relazionali [160…

m, 20 anni Salve, recentemente dei Miei amici mi hanno detto che dovrei vedere un terapeuta perché secondo loro ho dei problemi a capire come relazionarmi ...

Genitori che non ti accettano …

alice, 25 anni Buongiorno,scrivo perchè mi trovo in una situazione veramente difficile e ho bisogno di un consiglio. Dalla tarda adolescenza non sono mai a...

Area Professionale

Il disturbo pedofilico

Secondo il DSM-5 i criteri per diagnosticare ciò che prende il nome di disturbo pedofilico sono definiti come esperienze ricorrenti di eccitazione sessuale inte...

La psicologia forense

La psicologia forense, come definita dall'American Psychological Association è l'applicazione delle specialità cliniche al campo legale. La professione dello p...

Depressione adolescenziale e t…

Secondo un'analisi della letteratura, tra gli approcci psicoterapeutici che mostrano una certa efficacia nella gestione e trattamento della depressione adolesce...

Le parole della Psicologia

La sindrome di Alice nel Paese…

Disturbo neurologico  che colpisce la percezione visiva, associato a  emicrania, crisi epilettiche o sostanze stupefacenti. La sindrome di Alice nel ...

Balbuzie

La balbuzie interessa circa l’1% della popolazione mondiale (tasso di prevalenza), ma circa il 5% può dire di averne sofferto in qualche misura nel...

Malaxofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata dei giochi amorosi. E’ conosciuta anche come sarmasofobia, usata dai greci. ...

News Letters

0
condivisioni