Pubblicità

Chi pensa a Dio sopporta meglio il dolore

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 527 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Dio, senza distinzione di religioni, aiuta a rilassarsi e a sopportare meglio il dolore, basta meditare rivolgendo il 'pensiero' a Lui.
Infatti uno studio apparso sul Journal of Behavioral Medicine, mostra che la meditazione spirituale e' piu' efficace di altre forme di meditazione nel rilassare chi la esegue. Lo studio e' dell'Universita' Bowling Green dello Stato di Ohio. ''C'e' qualcosa di unico nella meditazione spirituale rispetto a quella laica - ha dichiarato al magazine New Scientist Amy Wachholtz qualcosa che non puo' essere raggiunto attraverso le tecniche di rilassamento e la meditazione laica''.

La ricercatrice ha messo a confronto tecniche di rilassamento e meditazione religiosa e non, coinvolgendo un gruppo di giovani volontari.

A parte di loro, indipendentemente dal loro credo, l'esperta ha chiesto di rilassarsi pensando per 20 minuti al giorno per due settimane frasi come 'Dio e' amore', 'Dio e' pace'. Ad altri ha chiesto di pensare frasi non legate alla religione e alla fede, come 'io sono felice', 'io sono allegro'. Infine ad altri ha chiesto semplicemente di rilassarsi.

All'inizio dello studio e a compimento delle due settimane l'esperta ha sottoposto i volontari a test psicologici per valutare l'effetto della meditazione sul rilassamento dell'individuo. Per misurare la resistenza al dolore invece la Wachholtz ha chiesto loro di immergere le mani in acqua gelata misurando il tempo di resistenza.

tratto da Yahoo.it - prosegui nella lettura dell'articolo

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Vivo ogni giorno con sempre me…

  lola, 23 anni   Salve, sono una ragazza di 23 anni e soffro di molti dei settori sopra indicati..avrei davvero bisogno di sfogarmi con qualcun...

Come offrire aiuto ad una amic…

Soffice, 42 anni     Buongiorno, ho un’amica che soffre di dipendenza affettiva nei confronti del proprio compagno, da 20 anni. Abbiamo entra...

Superare un lutto [16164405522…

Caregiver, 50 anni       Buonasera Dottori, Ho quasi cinquant'anni, non ho figli e non sono mai stata sposata. Ho passato gli ultimi ven...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Afasia

L’afasia è un disturbo della formulazione e della comprensione di messaggi linguistici, che consegue a lesioni focali cerebrali, in persone che avevano in pre...

Akinetopsia

L'akinetopsia o achinetopsia è un deficit selettivo della percezione visiva del movimento. I pazienti con questo deficit riferiscono di vedere gli oggetti in...

Egocentrismo

L’egocentrismo è l'atteggiamento e comportamento del soggetto che pone se stesso e la propria problematica al centro di ogni esperienza, trascurando la presenza...

News Letters

0
condivisioni