Pubblicità

Chi pensa a Dio sopporta meglio il dolore

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 913 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Dio, senza distinzione di religioni, aiuta a rilassarsi e a sopportare meglio il dolore, basta meditare rivolgendo il 'pensiero' a Lui.
Infatti uno studio apparso sul Journal of Behavioral Medicine, mostra che la meditazione spirituale e' piu' efficace di altre forme di meditazione nel rilassare chi la esegue. Lo studio e' dell'Universita' Bowling Green dello Stato di Ohio. ''C'e' qualcosa di unico nella meditazione spirituale rispetto a quella laica - ha dichiarato al magazine New Scientist Amy Wachholtz qualcosa che non puo' essere raggiunto attraverso le tecniche di rilassamento e la meditazione laica''.

La ricercatrice ha messo a confronto tecniche di rilassamento e meditazione religiosa e non, coinvolgendo un gruppo di giovani volontari.

A parte di loro, indipendentemente dal loro credo, l'esperta ha chiesto di rilassarsi pensando per 20 minuti al giorno per due settimane frasi come 'Dio e' amore', 'Dio e' pace'. Ad altri ha chiesto di pensare frasi non legate alla religione e alla fede, come 'io sono felice', 'io sono allegro'. Infine ad altri ha chiesto semplicemente di rilassarsi.

All'inizio dello studio e a compimento delle due settimane l'esperta ha sottoposto i volontari a test psicologici per valutare l'effetto della meditazione sul rilassamento dell'individuo. Per misurare la resistenza al dolore invece la Wachholtz ha chiesto loro di immergere le mani in acqua gelata misurando il tempo di resistenza.

tratto da Yahoo.it - prosegui nella lettura dell'articolo

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Efferenza

Il termine “efferenza” si riferisce alle fibre o vie nervose che conducono in una determinata direzione i potenziali di riposo e di azione provenienti da uno sp...

Parafrenia

Sindrome psicotica, caratterizzata da vivaci allucinazioni (per lo più uditive, ma anche visive, tattili, olfattive, ecc.) e da idee deliranti, associate a di...

Ninfomania

Il termine ninfomane viene da ninfa (divinità femminile della mitologia e/o nome dato alle piccole labbra della vulva) e mania (che in latino significa follia)...

News Letters

0
condivisioni