Pubblicità

Chi pensa a Dio sopporta meglio il dolore

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 452 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Dio, senza distinzione di religioni, aiuta a rilassarsi e a sopportare meglio il dolore, basta meditare rivolgendo il 'pensiero' a Lui.
Infatti uno studio apparso sul Journal of Behavioral Medicine, mostra che la meditazione spirituale e' piu' efficace di altre forme di meditazione nel rilassare chi la esegue. Lo studio e' dell'Universita' Bowling Green dello Stato di Ohio. ''C'e' qualcosa di unico nella meditazione spirituale rispetto a quella laica - ha dichiarato al magazine New Scientist Amy Wachholtz qualcosa che non puo' essere raggiunto attraverso le tecniche di rilassamento e la meditazione laica''.

La ricercatrice ha messo a confronto tecniche di rilassamento e meditazione religiosa e non, coinvolgendo un gruppo di giovani volontari.

A parte di loro, indipendentemente dal loro credo, l'esperta ha chiesto di rilassarsi pensando per 20 minuti al giorno per due settimane frasi come 'Dio e' amore', 'Dio e' pace'. Ad altri ha chiesto di pensare frasi non legate alla religione e alla fede, come 'io sono felice', 'io sono allegro'. Infine ad altri ha chiesto semplicemente di rilassarsi.

All'inizio dello studio e a compimento delle due settimane l'esperta ha sottoposto i volontari a test psicologici per valutare l'effetto della meditazione sul rilassamento dell'individuo. Per misurare la resistenza al dolore invece la Wachholtz ha chiesto loro di immergere le mani in acqua gelata misurando il tempo di resistenza.

tratto da Yahoo.it - prosegui nella lettura dell'articolo

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come imparare ad andare [1599…

mar, 29 anni Ho avuto una relazione di 5 anni finita per motivi banali, incomprensioni, caratteri opposti e contrastanti. La storia é finita quasi tre anni...

MARITO DEPRESSO DA 3 MESI [159…

blu, 43 anni Buongiorno, non riesco a capire come poter aiutare mio marito che oramai sono 3 mesi che è depresso soprattutto la mattina appena sveglio e l...

Consulenza [1599577765688]

Bice84, 36 anni Salve, volevo chiederle un'informazione riguardo alcuni comportamenti di mio marito. ...

Area Professionale

Disfunzioni sessuali dopo la s…

L'11 giugno 2019 l'European Medicines Agency (EMA) ha formalmente dichiarato di riconoscere la disfunzione sessuale post-SSRI (Post-SSRI Sexual Dysfunction, PSS...

Considerazioni teoriche sulla …

In letteratura sono presenti diverse teorie sulle cause sottostanti l'abuso e la violenza domestica. Queste includono teorie psicologiche che considerano i trat...

La relazione gene-ambiente nel…

Fra gli scienziati è in corso un importante dibattito sui nuovi modelli che esaminano il ruolo combinato dei geni e dell'ambiente nell'evoluzione della schizofr...

Le parole della Psicologia

Nevrastenia

Termine introdotto dal medico statunitense Beard, nel 1884, per designare un quadro clinico, caratterizzato da stanchezza fisica e mentale, irritabilità, insonn...

Sindrome dell’arto fantasma

Il dolore della Sindrome dell'arto fantasma origina da una lesione diretta o indiretta del Sistema Nervoso Centrale o Periferico che ha come conseguenza un...

Riserva cognitiva

Alla fine degli anni Ottanta viene riconosciuta e definita la capacità individuale di resistere al deterioramento cognitivo fisiologico o patologico. Possono e...

News Letters

0
condivisioni