Pubblicità

Ciò che pensi di te stesso può aprire la strada alla demenza

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 287 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Attenzione a ciò che si pensa perché potrebbe avverarsi. Questa è una “legge” fondamentale per chi ritiene che tutto ciò che ci capita nella vita sia frutto dei nostri pensieri e, a quanto pare, questi nostri pensieri avrebbero un drammatico quanto determinante ruolo nella possibilità di sviluppare una forma di demenza.
L’idea che quello che si pensa di se stessi possa influenzare il rischio di demenza o declino cognitivo arriva da un nuovo studio francese a opera dei ricercatori dell’Università 2 di Bordeaux.

 

Qui, il dottor Christophe Tzourio – autore principale dello studio – e colleghi hanno analizzato lo stato di salute, e quello che ritenevano tale, di 8.169 persone di entrambi i sessi di 65 anni d’età o più.
Ai partecipanti, seguiti per sette anni dall’inizio dello studio, è stato chiesto di esprimere un giudizio personale sul proprio stato di salute. Durante il periodo di osservazione, 618 persone hanno sviluppato una forma di demenza.

 

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Tecnostress - Tecnofobia

Il Tecnostress (o tecnofobia) è una patologia che scaturisce dall'uso eccessivo e simultaneo di quelle informazioni che vengono veicolate dai videoschermi. Ess...

Gerontofilia

Con il termine  gerontofilia (dal greco geron  anziano e philia cioè amore affinità) si indica una perversione sessuale caratterizzata da un'esclusi...

Sindrome dell’arto fantasma

 "Se togli a un uomo la gamba destra, anche a distanza di anni, ci saranno giorni in cui ti dirà che sente la gamba stanca, sì, la destra, gli farà male, p...

News Letters

0
condivisioni