Pubblicità

CNF1 Increases Brain Energy Level, Counteracts Neuroinflammatory Markers and Rescues Cognitive Deficits

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 369 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Overexpression of pro-inflammatory cytokines and cellular energy failure are associated with neuroinflammatory disorders, such as Alzheimer's disease. Transgenic mice homozygous for human ApoE4 gene, a well known AD and atherosclerosis animal model, show decreased levels of ATP, increased inflammatory cytokines level and accumulation of beta amyloid in the brain. All these findings are considered responsible for triggering cognitive decline. We have demonstrated that a single administration of the bacterial E. coli protein toxin CNF1 to aged apoE4 mice, beside inducing a strong amelioration of both spatial and emotional memory deficits, favored the cell energy restore through an increment of ATP content. This was accompanied by a modulation of cerebral Rho and Rac1 activity. Furthermore, CNF1 decreased the levels of beta amyloid accumulation and interleukin-1β expression in the hippocampus. Altogether, these data suggest that the pharmacological modulation of Rho GTPases by CNF1 can improve memory performances in an animal model of Alzheimer's disease via a control of neuroinflammation and a rescue of systemic energy homeostasis.

Tratto da: "plasone.org" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto urgente (1554296627141)

Virginia, 17     Avrei urgentemente bisogno di aiuto, soffro d'ansia da qualche anno e, adesso che mi sono momentaneamente ritirata dalla scuol...

Collega con manie ossessive co…

Rebecca, 29     Buongiorno vorrei un consiglio su come rapportarmi con una collega arrivata in studio da pochi mesi con contratto a termine rin...

Confusione e stress (155330395…

Elena, 22     Buonasera, cercherò di spiegare al meglio la mia situazione. Ho 22 anni e sono fidanzata con R. da quasi 8 anni e ho una bambina ...

Area Professionale

Articolo 13 - il Codice Deonto…

Proseguiamo, con il commento all'art.13 (obbligo di referto o di denuncia), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settim...

La nera depressione e il Confi…

Elementi prognostici ed esperienze traumatiche nel Test I.Co.S. Un caso clinico di depressione analizzato ed illustrato attraverso l'utilizzo del Test Indice de...

Articolo 12 - il Codice Deonto…

Prosegue, con l'art.12, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini. Articolo 12 L...

Le parole della Psicologia

Percezione

Tradizionalmente, gli psicologi hanno distinto il modo nel quale noi riceviamo le informazioni dal mondo esterno in due fasi separate: Sensazione: riguarda i...

Memoria

La memoria è quel meccanismo neuropsicologico che permette di fissare, conservare e rievocare esperienze e informazioni acquisite dall’ambiente (interno ed este...

Musofobia

Il termine musofobia, che deriva del greco μῦς (mys) che significa "topo", è la paura persistente ed ingiustificata per i topi, più in generale per i roditori. ...

News Letters

0
condivisioni