Pubblicità

Combattere il bullismo nelle scuole

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 857 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

La scuola è un continente complesso e articolato.
Quello che balza agli occhi in questi giorni sui media locali è il farsi spazio una prassi operativa che mette al centro la sicurezza dell'infanzia e dell'educazione affidandola alla Questura: accordo con il dirigente provinciale della scuola (per fortuna è andato in pensione).   Le politiche di security si stanno espandendo e stanno sostituendo le politiche sociali e rottamano quelle della prevenzione. Cosa fanno e dove sono gli operatore che si dovrebbero occupare della prevenzione da parte del Comune e dell'Asl? Non c'è un educatore di strada, non ci sono interventi di prevenzione e di consultazione all'interno delle scuole.
sac longchamp , air max tn pas cher , ray ban uk , nike blazer , sac longchamp Tutte le volte che un poliziotto entra in un Istituto Scolastico è il segno profondo di una grande inadeguatezza di tutto l'apparato formativo scolastico che va dal vertice fino all'ultimo operatore della scuola. Ipotizzare che la soluzione per far fronte al bullismo nelle scuole sia quella di metter in campo dei poliziotti per affrontare dei comportamenti di disagio dell'infanzia o della adolescenza fa rabbrividire e fa  agitare pedagogisti contemporanei come Vertecchi, Aldo Visalberghi, De Bartolomeis, don Milani, il maestro Manzi, per non andare a scomodare Maria Montessori o psicologi dell'educazione come Jean Piaget, Stainer, Freud, Erikson...


Tratto da www.leccoprovincia.it - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Il Problem Solving

Il termine inglese problem solving indica il processo cognitivo messo in atto per analizzare la situazione problemica ed escogitare una soluzione. E’ un'attivit...

La Sindrome di Stendhal

Patologia  psicosomatica, caratterizzata  da un senso di malessere diffuso provato di fronte alla visione di opere d’arte di straordinaria bellezza. ...

Bossing

Il bossing o job-bossing è definibile come una forma di mobbing "dall'alto" ossia attuato non da colleghi di lavoro (o compagni di scuola, di squadra s...

News Letters

0
condivisioni