Pubblicità

Come il cervello riconosce le voci

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 600 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Cosa succede nel nostro cervello quando sentiamo una voce familiare?
Esistono neuroni addetti al riconoscimento vocale?
Probabilmente sì, sostiene Christopher Petkov dell'Istituto di Neuroscienze dell'Università di Newcastle, che ha presentato i risultati della sua ricerca durante il Forum europeo delle Neuroscienze a Milano.
Lo studioso ha individuato "un'area delle voci" nel cervello.
Già da tempo è nota l'esistenza di alcuni neuroni specifici per il riconoscimento dei volti; secondo Petkov per le voci potrebbe essere lo stesso.
Eppure i "neuroni visivi" probabilmente funzionano in modo diverso dai "neuroni uditivi": mentre il nostro cervello reagisce al riconoscimento del singolo volto familiare, per le voci non è così.
«Non esiste il neurone della voce della nonna -spiega Petkov - C'è invece una specifica categoria di neuroni che si attivano quando sentiamo voci conosciute».

Tratto da www.lastampa.it - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Consulenza-info [1617960082929…

  Sarah, 19 anni   Salve, le scrivo per dirle che in questi momenti mi sento molto sola. Vorrei andare avanti nel mio percorso di vita ma ho t...

Paure invalidanti [16176868876…

Verde123, 33 anni     Buongiorno, scrivo perché mi trovo in una situazione per me difficile da sopportare e risolvere. Sono sempre stata una p...

Mi sento triste e depresso [16…

ANONIMo, 14 anni   Buongiorno, sono un ragazzo di 14 anni e sto vivendo un periodo buio nella mia vita; il motivo è soprattutto l'impatto che ha av...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Personalità

“Esistono bisogni emotivi primitivi, esistono bisogni di evitare la punizione e di conservare il favore del gruppo sociale, esistono bisogni di mantenere l’armo...

Negativismo

Con il termine Negativismo si può indicare, in linea generale, un comportamento contrario o opposto, di tipo sia psichico che motorio. ...

Alcolismo

L'alcolismo si contraddistingue per l'incapacità di rinunciare ad assumere bevande alcoliche e ad autocontrollarne la quantità. L'alcolismo può essere talmen...

News Letters

0
condivisioni