Pubblicità

Come il cervello riconosce le voci

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 579 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Cosa succede nel nostro cervello quando sentiamo una voce familiare?
Esistono neuroni addetti al riconoscimento vocale?
Probabilmente sì, sostiene Christopher Petkov dell'Istituto di Neuroscienze dell'Università di Newcastle, che ha presentato i risultati della sua ricerca durante il Forum europeo delle Neuroscienze a Milano.
Lo studioso ha individuato "un'area delle voci" nel cervello.
Già da tempo è nota l'esistenza di alcuni neuroni specifici per il riconoscimento dei volti; secondo Petkov per le voci potrebbe essere lo stesso.
Eppure i "neuroni visivi" probabilmente funzionano in modo diverso dai "neuroni uditivi": mentre il nostro cervello reagisce al riconoscimento del singolo volto familiare, per le voci non è così.
«Non esiste il neurone della voce della nonna -spiega Petkov - C'è invece una specifica categoria di neuroni che si attivano quando sentiamo voci conosciute».

Tratto da www.lastampa.it - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ragazzo insicuro e con ansia d…

Annie, 27 anni       Buonasera! In psicologia, i cinque fattori che elencherò possono essere correlati l'uno all'altro oppure no?* Ansia d...

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Sto bene da solo  [16102359254…

 Zeno, 30 anni     Buonanotte, sono sempre stato ansioso e poco socievole ma ultimamente sento che questo problema si è esarcerbato,spesso ...

Area Professionale

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Le parole della Psicologia

Atarassia

L’atarassia (dal greco “ἀταραξία”, assenza di agitazione o tranquillità) è «la perfetta pace dell’anima che nasce dalla liberazione delle passioni» secondo la f...

Cataplessia

E’ un disturbo caratterizzato dalla perdita improvvisa del tono muscolare durante la veglia, solitamente causata da forti emozioni. La debolezza muscolare tipi...

Istinto

Il termine istinto, come indica l'etimologia stessa (il termine latino “instinctus”, deriva da instinguere, incitare), è usato nel linguaggio ordinario per indi...

News Letters

0
condivisioni