Pubblicità

Come l'attivazione del SNA influisce sulla sincronia fisiologica nelle relazioni

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 504 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

Un team di ricercatori guidati da un membro della Colorado School of Public Health, dell'Anschutz Medical Campus ha esaminato che tipo di interazione sociale è necessaria per le persone affinchè mostrino una sincronia fisiologica, ovvero cambiamenti reciproci nell'attività del sistema nervoso autonomo.

sincronia fisiologicaLo studio ha anche esaminato se i livelli di eccitazione autonoma che le persone condividono predice l'affiliazione e l'interesse di amicizia tra le persone. I risultati sono stati pubblicati in Nature Scientific Reports.


"In una varietà di situazioni, le persone appaiono più sociali tra loro quando i loro sistemi nervosi autonomi sono in sincronia. Tuttavia, questo è il primo studio a dimostrare che, anche se le persone mostrano sincronia fisiologica attraverso i contesti sociali, la quantità di eccitazione condivisa può variare,  influenzando in modo differenziato i risultati sociali, come la somiglianza percepita e l'interesse per l'amicizia " ha dichiaraato Chad Danyluck, PhD, della Colorado School of Public Health.

Danyluck aggiunge, "la sincronizzazione fisiologica è stata trovata in una varietà di relazioni e ambienti, dalle coppie sposate che discutono alle unità militari e squadre sportive che coordinano i loro comportamenti.

Capire se e come l'eccitazione condivisa unisce le persone può aiutarci a migliorare lo sviluppo di programmi mirati alla leadership del team e alla coesione sociale negli ambienti di lavoro.

Sono particolarmente interessato al ruolo della sincronizzazione fisiologica nel promuovere l'interesse dell'amicizia attraverso le divisioni etniche e razziali."

Coerentemente con il lavoro precedente, questo studio ha osservato la sincronia fisiologica in entrambi i rami del sistema nervoso autonomo e in contesti sociali cooperativi e competitivi.

L'interesse generale degli autori per la sincronizzazione fisiologica sta nel modo in cui la sincronia durante le interazioni sociali si riferisce ai processi sociali che alla fine portano all'amicizia.

Lo studio ha rilevato che diversi contesti sociali hanno causato diversi livelli di eccitazione fisiologica, il che significa che i rami del sistema nervoso autonomo sono diventati più o meno reattivi in risposta al compito sperimentale.

Tuttavia, in ogni condizione, gli estramei andavano rapidamente "in sincronia" e lo facavano in ogni ramo del sistema nervoso autonomo, che fossero alti o bassi nell'eccitazione.

Pubblicità


Se il contesto sociale o fisiologico della sincronia contribuisse ai risultati sociali, tuttavia, dipendeva da quale ramo del sistema nervoso autonomo mostrasse sincronia.

I risultati mostrano che la condivisione di simili quantità di eccitazione simpatica era sufficiente per aumentare le percezioni di somiglianza, un precursore dell'amicizia, indipendentemente dal contesto sociale e dai livelli di eccitazione condivisi dai partner.

Una possibile spiegazione di questa scoperta è che i modelli di eccitazione simpatica possono correlare con i movimenti osservabili del corpo (e per estensione una mancanza di eccitazione può correlare con una mancanza di movimento del corpo) che potrebbe predire la somiglianza percepita se condivisa tra i partner.

In confronto, le persone per le quali la sincronia parasimpatica e la reattività parasimpatica erano  generalmente elevate, hanno mostrato più interesse per l'amicizia quando il contesto sociale permetteva la conversazione rispetto a quando non lo ha fatto.

In altre parole, quando l'attività parasimpatica aumentava, durante un'interazione sociale, la sincronia parasimpatica contava solo per lo sviluppo dell'amicizia tra estranei che potevano conversare.

Utilizzando i dati di 134 sconosciuti che interagiscono in coppie, i ricercatori hanno manipolato due caratteristiche del contesto sociale per testare il loro impatto sulla sincronia nella reattività simpatico e parasimpatico.

Durante la conversazione o meno (condizione "parlante"), i partecipanti hanno completato un lavoro di annodatura all'interno di una ricompensa collettiva ("cooperazione") o di una ricompensa individuale ("competizione").

La reattività autonoma variava in base alle caratteristiche del contesto sociale. La sincronia si è verificata attraverso i contesti sociali in entrambi i rami autonomi. I ricercatori hanno poi esaminato come la sincronia prevedesse l'affiliazione.



Fonte:

  • Chad Danyluck, Elizabeth Page-Gould. Social and Physiological Context can Affect the Meaning of Physiological Synchrony. Scientific Reports, 2019; 9 (1) DOI: 10.1038/s41598-019-44667-5


Articolo a cura della dottoressa Arianna Patriarca



Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: sincronizzazione news di psicologia sincronizzazione fisiologica sincronia

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mi sento fuori dal mondo (1565…

  carol, 28 Sono una neo mamma di 28 anni, brasiliana, vivo in italia da quando ne ho 10.Il mio disagio purtroppo mi segue da quando sono piccola. Al...

Marito assente (156491757332)

  sossie, 50 Sono sposata da 25 anni ed ho due splendidi ragazzi di 15 e 11 anni. 10 anni fa dopo la nascita del secondo figlio mio marito di anni 50...

Carla (1564835062431)

  carla, 30 Buongiorno, vi scrivo perché sto veramente male, sono fidanzata da 3 anni col il mio compagno con cui ho avuto una bambina pochi mesi fa ...

Area Professionale

Articolo 30 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.30 (compenso professionale), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo se...

Articolo 29 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.29 (uso presidi), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settimana spi...

Articolo 28 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art.28 (vita privata e vita professionale) prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settiman...

Le parole della Psicologia

Il linguaggio

L’uomo comunica sia verbalmente che attraverso il non verbale. Il processo del linguaggio ha suscitato da sempre l’interesse degli studiosi essendo essa una car...

Io

"Nella sua veste di elemento di confine l'Io vorrebbe farsi mediatore fra il mondo e l'Es, rendendo l'Es docile nei confronti del mondo e facendo, con la propri...

Eisoptrofobia

L'eisoptrofobia o spettrofobia (da non confondere con la paura degli spettri, phasmofobia) è la paura persistente, irrazionale e ingiustificata degli specchi, o...

News Letters

0
condivisioni