Pubblicità

Come le parole acquisiscono un significato emotivo

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 313 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (2 Voti)

Molti oggetti e persone nella vita di ogni giorno hanno un significato emotivo.

ParoLe

Un paio di calzini di lana, per esempio, avrebbe valore emotivo se fosse l'ultima cosa che la nonna avesse lavorato a mano prima di morire.

Lo stesso ragionamento vale per qualunque altro oggetto e per le parole. Il nome di uno sconosciuto non ha valore emotivo inizialmente, ma se intrattenessimo una relazione amorosa con lo sconosciuto, allora anche il suo nome avrebbe dei connotati positivi. I ricercatori della Università di Gottingen hanno investigato su come il cervello processi gli stimoli, sia positivi che negativi. I risultati sono stati pubblicati sul giornale Neuropsychologia. Gli scienziati del Georg Elias Muller Institute for Psychology alla Università di Gottingen hanno analizzato come le persone associno i segni neutri, le parole e le facce con significato emotivo.

Entro qualche ora, i partecipanti impararono queste associazioni attraverso un processo di premi e punizioni sistematici. Nell'esperimento, le persone ricevevano dei soldi quando vedevano una specifica parola neutra, quindi, questa parola acquisiva un connotato positivo. Al contrario i partecipanti, perdevano i soldi quando vedevano una altra parola specifica e questo li portava ad assegnarli un valore negativo. Gli studi mostrano che le persone imparano le associazioni positive più rapidamente rispetto alle neutre e negative (bastano 2 ricompense per dare alla parola una connotazione positiva, invece 3 perdite per assegnare un valore negativo alla parola).

Pubblicità

Usando l'elettroencefalografia (EEG), i ricercatori investigarono anche come il cervello processi i vari stimoli. Il cervello di solito determina se una immagine o una parola sia positiva o negativa dopo circa 200 o 300 millisecondi. "Le parole che sono associate con la perdita di soldi causano reazioni neuronali specifiche nella Corteccia Visiva dopo circa 100 millisecondi. Cosi il cervello distingue in un flash il significato nuovo appreso che la parola ha, soprattutto se è negativo" ha spiegato la Dr. Louisa Kulike, prima autrice dello studio.

Sembra anche esserci una differenza se una parola sia già conosciuta oppure se sia una parola fittizia. Il significato semantico esistente della parola sembra giocare un ruolo nelle emozioni che associamo alla parola (se la parola ha già un significato positivo o negativo, il cervello processa più rapidamente se il nuovo significato emotivo dato dall'acquistare o perdere soldi è della stessa valenza: positivo/positivo - negativo/negativo).

 

 

Tratto da ScienceDaily 

 

 

(Traduzione ed adattamento a cura del Dottor Claudio Manna)

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: parole significato parola news di psicologia parol emotivo positivo negativo valenza premi e punizioni

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Perdita improvvisa di un genit…

lorena, 26 Salve, innanzitutto ringrazio per questa preziosa opportunità. Scrivo questo messaggio per conto del mio fidanzato, lo stesso ha infatti perso il ...

Disturbo bipolare dell'umore (…

settepassi, 63 Soffro da circa 8 anni di DISTURBO BIPOLARE dell' UMORE, almeno così mi è stato diagnosticato. ...

Il mio compagno (156087164017)

Simy, 42 Il mio compagno è un uomo straordinario, nn mi fa mancare nulla materialmente, ama i miei figli (avuti da un matrimonio precedente). ...

Area Professionale

Articolo 22 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art. 22 (ruolo professionale dello psicologo) prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che, sett...

Articolo 21 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.21 (insegnamento strumenti e tecniche psicologiche), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardi...

Articolo 20 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.20 (didattica e deontologia), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo s...

Le parole della Psicologia

Balbuzie

La balbuzie interessa circa l’1% della popolazione mondiale (tasso di prevalenza), ma circa il 5% può dire di averne sofferto in qualche misura nel...

Anorgasmia

Con il termine “anorgasmia” si fa riferimento alla mancanza e/o assenza di orgasmo, intesa come difficoltà o incapacità a raggiungere l'orgasmo.  Il termi...

Oblio

L'oblio è un processo naturale di perdita dei ricordi per attenuazione, modificazione o cancellazione delle tracce mnemoniche, causato dal passare del tempo tra...

News Letters

0
condivisioni