Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Il vostro bambino è pronto a leggere?

on . Postato in News di psicologia | Letto 838 volte

la capacita' di riconoscere la differenza tra parole ed immagini e' un indicatore.

Bambini con tablet 600x390 600x390Secondo uno studio della Washington University, ancora prima di saper leggere, i bambini dai 3 anni di età sapranno capire come una parola scritta è diversa da un semplice disegno. 

Tale sottile differenza  potrebbe rappresentare un importante predittore per riconoscere quali bambini hanno bisogno di un aiuto supplementare per la lettura attraverso delle lezioni.

Secondo l'autrice dello studio, Rebecca Treiman, i bambini hanno una certa conoscenza delle proprietà fondamentali della scrittura a partire da un'età sorprendentemente precoce. Pertanto è possibile stabilire, già dalla tenera età, quali bambini svilupperanno buone competenze di lettura e scrittura e quali necessiteranno di attenzioni ulteriori.

Lo studio si compone di due esperimenti condotti su 114 bambini di età dai 3 ai 5 anni, che non avevano ancora ricevuto alcun insegnamento per la lettura o la scrittura. I bambini sono stati testati per vedere se comprendevano che una parola scritta (es. cane) ha una pronuncia specifica rispetto ad un semplice disegno, che potrebbe essere associato correttamente all'immagine di un cane grande, un cucciolo o anche al proprio animale domestico.

Nella prima prova, i ricercatori hanno letto la parola scritta "cane" ai bambini. Successivamente un pupazzo coinvolto nell'esperimento ha letto invece la parola "cane" come "cucciolo" e tanti bambini hanno rilevato l'errore commesso nella lettura della parola.  In un compito simile, svolto però con i disegni, i bambini hanno risposto con maggior probabilità che il termine "cucciolo" era corretto, utilizzandolo come etichetta alternativa.

Tali risultati diversi in caso di scrittura e disegno indicano che anche i giovani "pre-lettori" hanno una certa comprensione del fatto che una parola scritta sta per un'unità linguistica specifica, il disegno no. I ricercatori spiegano che mentre una parola scritta deve essere letta nello stesso modo ogni volta, per il disegno è possibile utilizzare delle etichette diverse.

La maggior parte dei bambini non iniziano le lezioni di lettura e scrittura quando sono all'asilo ma intorno ai 5 anni; però questi risultati suggeriscono che i bambini di età inferiore ai 3 anni (quindi che sono ancora all'asilo) possono essere sottoposti a dei test per vedere com'è la loro comprensione dei concetti base della lingua.

Sulla base dei risultati ottenuti si evince che i bambini in età prescolare, che non ancora leggono, sanno che le parole scritte rappresentano unità specifiche che i disegni invece non indicano. Ne consegue che la conoscenza dei bambini piccoli sulla struttura interna della scrittura - come le parole funzionano da simboli - è più sofisticata di quanto si pensasse.

Invece gli studi precedenti suggerivano  che i bambini pre-lettori consideravano le parole scritte come rappresentative del loro significato (come nel caso dei disegni); la presete ricerca rivoluziona le ideologie passate: i bambini, ancor prima di saper leggere, sanno che la scrittura trasmette i significati in modo diverso rispetto al disegno. Scoperta, questa, che potrebbe essere funzionale all'ottimizzazione della lettura e all'istruzione della scrittura.

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Vuoi conoscere ed acquistare i libri che parlano
di psicologia e psicoterapia?
Cercali su

logo psychostore

 

 

Tags: bambino parole immagini significato leggere lettura scrittura competenze unità linguistica etichette età prescolare

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Complesso di Elettra

Secondo la definizione di Carl Gustav Jung il complesso di Elettra si definisce come il desiderio della bambina di possedere il pene, e della competizione con la propria madre per il possesso del...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

dipendenza da chat (1511886186…

Mau, 38     Buongiorno, sono un ragazzo gay, ho 38 anni ed ho una relazione da 4 anni con il mio compagno; l' unico se possiamo dire "neo" che c...

Abuso narcisistico in famiglia…

Apocalisse, 38     Cinque anni fa ho perso mia madre di un grave e raro tumore all'intestino. La sua perdita ha generato un totale disfacimento ...

La danza, da passione a ladra …

Francesca, 29     Buongiorno,all'età di 7 anni ho iniziato a frequentare un corso di danza classica, amatoriale, da quel momento non ho mai più s...

Area Professionale

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

Le parole della Psicologia

Bigoressia

Il termine trova la sua etimologia nell'inglese "big = grande” e nel latino "orex=appetito”, ad indicare la "fame di grossezza” Per bigoressia, vigoressia o an...

Violenza domestica

La violenza domestica è il comportamento abusante di uno o entrambi i compagni in una relazione intima di coppia, quali il matrimonio e la coabitazione. Second...

Gruppi self-help

Strutture di piccolo gruppo, a base volontaria, finalizzate all’aiuto reciproco e al raggiungimento di scopi particolari I gruppi di self-help (definiti anche ...

News Letters