Pubblicità

Il vostro bambino è pronto a leggere?

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1561 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

la capacita' di riconoscere la differenza tra parole ed immagini e' un indicatore.

Bambini con tablet 600x390 600x390Secondo uno studio della Washington University, ancora prima di saper leggere, i bambini dai 3 anni di età sapranno capire come una parola scritta è diversa da un semplice disegno. 

Tale sottile differenza  potrebbe rappresentare un importante predittore per riconoscere quali bambini hanno bisogno di un aiuto supplementare per la lettura attraverso delle lezioni.

Secondo l'autrice dello studio, Rebecca Treiman, i bambini hanno una certa conoscenza delle proprietà fondamentali della scrittura a partire da un'età sorprendentemente precoce. Pertanto è possibile stabilire, già dalla tenera età, quali bambini svilupperanno buone competenze di lettura e scrittura e quali necessiteranno di attenzioni ulteriori.

Lo studio si compone di due esperimenti condotti su 114 bambini di età dai 3 ai 5 anni, che non avevano ancora ricevuto alcun insegnamento per la lettura o la scrittura. I bambini sono stati testati per vedere se comprendevano che una parola scritta (es. cane) ha una pronuncia specifica rispetto ad un semplice disegno, che potrebbe essere associato correttamente all'immagine di un cane grande, un cucciolo o anche al proprio animale domestico.

Nella prima prova, i ricercatori hanno letto la parola scritta "cane" ai bambini. Successivamente un pupazzo coinvolto nell'esperimento ha letto invece la parola "cane" come "cucciolo" e tanti bambini hanno rilevato l'errore commesso nella lettura della parola.  In un compito simile, svolto però con i disegni, i bambini hanno risposto con maggior probabilità che il termine "cucciolo" era corretto, utilizzandolo come etichetta alternativa.

Tali risultati diversi in caso di scrittura e disegno indicano che anche i giovani "pre-lettori" hanno una certa comprensione del fatto che una parola scritta sta per un'unità linguistica specifica, il disegno no. I ricercatori spiegano che mentre una parola scritta deve essere letta nello stesso modo ogni volta, per il disegno è possibile utilizzare delle etichette diverse.

La maggior parte dei bambini non iniziano le lezioni di lettura e scrittura quando sono all'asilo ma intorno ai 5 anni; però questi risultati suggeriscono che i bambini di età inferiore ai 3 anni (quindi che sono ancora all'asilo) possono essere sottoposti a dei test per vedere com'è la loro comprensione dei concetti base della lingua.

Sulla base dei risultati ottenuti si evince che i bambini in età prescolare, che non ancora leggono, sanno che le parole scritte rappresentano unità specifiche che i disegni invece non indicano. Ne consegue che la conoscenza dei bambini piccoli sulla struttura interna della scrittura - come le parole funzionano da simboli - è più sofisticata di quanto si pensasse.

Invece gli studi precedenti suggerivano  che i bambini pre-lettori consideravano le parole scritte come rappresentative del loro significato (come nel caso dei disegni); la presete ricerca rivoluziona le ideologie passate: i bambini, ancor prima di saper leggere, sanno che la scrittura trasmette i significati in modo diverso rispetto al disegno. Scoperta, questa, che potrebbe essere funzionale all'ottimizzazione della lettura e all'istruzione della scrittura.

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: bambino parole immagini significato leggere lettura scrittura competenze unità linguistica etichette età prescolare

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Anomia

L' anomia è un deficit specifico della denominazione di oggetti, presente in diversi gradi nell' Afasia,mentre le altre componenti del linguaggio risultano intatte. Il paziente con anomia è in...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Sensazione di essere preso in …

  Michele, 75 anni     Gent.mo Dott., sono un musicista (ed ex bancario). Da un po' di tempo mi reco presso un negozio saltuariamente do...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Tic

I tic sono quei disturbi, che consistono in movimenti frequenti, rapidi, involontari, apparentemente afinalistici. Sono percepiti come irresistibili, ma posson...

Volontà

In psicologia, il concetto di volontà viene concepito, a seconda della scuola di riferimento, come: • Una funzione autonoma, non riconducibile ad altri process...

Rimozione

Nella teoria psicoanalitica, la rimozione è il meccanismo involontario, cioè un’operazione psichica con la quale l’individuo respinge nell’inconscio pensieri, i...

News Letters

0
condivisioni