Pubblicità

Come le reti rivoluzionano il pensiero scientifico (e forse quello umano)

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 402 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

La diffusione dei social network ha messo in evidenza l'importanza di pensare in termini di reti. Questo cambiamento nei paradigmi del pensiero promette, come precedenti rivoluzioni scientifiche, di rimodellare le aspettative fondamentali del senso comune sul mondo che ci circonda di John Edward Terrell, Termeh Shafie e Mark Golitko
Scienza e senso comune hanno origine entrambi dall'esperienza umana. Eppure questi modi di pensare le cose entrano spesso in conflitto. A volte, la semplicità della maggior parte delle spiegazioni di senso comune può rendere difficile convincere la gente con la complessità e le incertezze della maggior parte delle argomentazioni scientifiche.

Come le reti rivoluzionano il pensiero scientifico (e forse quello umano)
Prendiamo il caso da manuale del matematico e astronomo Niccolò Copernico (1473-1543). Per secoli, prevedere con precisione dove si sarebbero trovati i pianeti in una data notte è stato tutt'altro che semplice.

 

Tratto da: www.lescienze.it - Prosegui nella lettura dell'articolo

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mi sento fuori dal mondo (1565…

  carol, 28 Sono una neo mamma di 28 anni, brasiliana, vivo in italia da quando ne ho 10.Il mio disagio purtroppo mi segue da quando sono piccola. Al...

Marito assente (156491757332)

  sossie, 50 Sono sposata da 25 anni ed ho due splendidi ragazzi di 15 e 11 anni. 10 anni fa dopo la nascita del secondo figlio mio marito di anni 50...

Carla (1564835062431)

  carla, 30 Buongiorno, vi scrivo perché sto veramente male, sono fidanzata da 3 anni col il mio compagno con cui ho avuto una bambina pochi mesi fa ...

Area Professionale

Articolo 30 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.30 (compenso professionale), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo se...

Articolo 29 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.29 (uso presidi), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settimana spi...

Articolo 28 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art.28 (vita privata e vita professionale) prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settiman...

Le parole della Psicologia

Mania

L. Binswanger (Melanconia e mania, 1960) ha messo in evidenza come nella mania vi sia una destrutturazione della dimensione temporale della vita psichica che no...

Coulrofobia

Il nome è difficile, quasi impossibile da pronunciare: coulrofobia. ...

Atassia

L’atassia è un disturbo della coordinazione dei movimenti che deriva da un deficit del controllo sensitivo. ...

News Letters

0
condivisioni