Pubblicità

Come lo stress porta alla dipendenza da Facebook

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 661 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

Gli amici, sui social media come Facebook, possono essere una grande fonte di conforto durante i periodi di stress. Tuttavia, se non ricevono alcun supporto offline, gli utenti stressati sono a rischio di sviluppare una dipendenza patologica dal sito di social networking - la cosiddetta dipendenza da Facebook.

 

dipendenza_da_facebook_stress.jpg

Questo è il risultato di uno studio condotto da un team del Centro di ricerca e trattamento per la salute mentale presso la Ruhr-Universität Bochum (RUB), diretto dalla Dottoressa Julia Brailovskaia. Il gruppo ha pubblicato i suoi risultati sulla rivista Psychiatric Research il 13 maggio 2019.

Per il loro studio, i ricercatori hanno valutato i risultati di un sondaggio online preso da 309 utenti di Facebook di età compresa tra 18 e 56 anni. "Abbiamo invitato specificamente gli studenti a partecipare al sondaggio, poiché spesso sperimentano un alto livello di stress per una serie di motivi ", spiegaa Julia Brailovskaia.

Gli studenti spesso per avere successo, sono messi sotto pressione. Inoltre, molti lasciano la loro casa di famiglia e il social network per la prima volta, impeganandosi così a dover costruire nuove relazioni.

Le domande dei ricercatori hanno aiutato a dedurre il livello di stress, nonché quanto supporto sociale i partecipanti hanno ricevuto offline e online. Inoltre, agli utenti è stato chiesto quanto tempo trascorrono su Facebook quotidianamente e come si sentono se non possono essere online.

Pubblicità

"I nostri risultati hanno dimostrato che esiste una relazione positiva tra la gravità dello stress quotidiano, l'intensità dell'impegno di Facebook e la tendenza a sviluppare una dipendenza patologica dal sito di social networking", conclude Julia Brailovskaia.

Allo stesso tempo, questo effetto si riduce se gli utenti ricevono supporto da familiari e amici nella vita reale. Le persone che non sperimentano molto supporto offline sono maggiormente a rischio di sviluppare una dipendenza da Facebook.

I sintomi della dipendenza possoono essere, ad esempio:

  • l'utente trascorre sempre più tempo su Facebook;
  • l'utente si preoccupa di Facebook tutto il tempo;
  • l'utente si sente a disagio quando non può interagire con la rete online.

Il comportamento patologico, a sua volta, influisce sulla loro vita offline e potrebbe intrappolarli in un circolo vizioso. "Questo aspetto deve essere preso in considerazione quando si tratta di una persona con una dipendenza patologica - o sospetta dipendenza patologica - a Facebook", afferma lo psicologo.

 

FONTE:

Julia Brailovskaia, Elke Rohmann, Hans-Werner Bierhoff, Holger Schillack, Jürgen Margraf. The relationship between daily stress, social support and Facebook Addiction Disorder. Psychiatry Research, 2019; 276: 167 DOI: 10.1016/j.psychres.2019.05.014

 

A cura della Dottoressa Arianna Patriarca

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

 

Tags: facebook dipendenza da facebook

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mi sento triste e depresso [16…

ANONIMo, 14 anni   Buongiorno, sono un ragazzo di 14 anni e sto vivendo un periodo buio nella mia vita; il motivo è soprattutto l'impatto che ha av...

Mio marito ha un disturbo? [16…

Francesca, 36 anni. Salve, ho un problema con mio marito. Lui ha 39 anni e siamo sposati da 12. Da 3 ha un'azienda tutta sua di idraulica, fa impianti, ec...

Vivo ogni giorno con sempre me…

  lola, 23 anni   Salve, sono una ragazza di 23 anni e soffro di molti dei settori sopra indicati..avrei davvero bisogno di sfogarmi con qualcun...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Il metadone

Il metadone è un oppioide sintetico, usato in medicina come analgesico nelle cure palliative e utilizzato per ridurre l'assuefazione nella terapia sostitutiva d...

Parafilia

  Con il termine Parafilie si fa riferimento ad un insieme di perversioni sessuali caratterizzate dalla presenza di comportamenti regressivi che prendono ...

Xenofobia

Il significato etimologico del termine Xenofobia (dal greco ξενοφοβία, composto da ξένος, ‘estraneo, insolito’, e φόβος, ‘paura’) è “paura dell’estraneo” o anch...

News Letters

0
condivisioni