Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

COMPORTAMENTI SOCIALI E STILE DI VITA DEI GIOVANI ITALIANI

on . Postato in News di psicologia | Letto 221 volte

Sono soddisfatti di sé e dei rapporti che vivono con amici e parenti, non sono per nulla attaccati al denaro e un po' 'narcisi'. Questo almeno finché sono piccoli. Crescendo, infatti, le relazioni si complicano, specie per le ragazze. E' questa la fotografia dei giovani italiani scattata dall'ISS nel Rapporto preliminare sui comportamenti sociali e gli stili di vita dei giovani, il primo di così ampio respiro condotto nel corso dell'anno scolastico 2002/2003 in 300 scuole su più di 30.000 studenti tra i 14 e i 19 anni e di cui dà conto il sito web Iss.it.

Gli affetti. La famiglia è al primo posto nella scala dei valori dei giovani italiani, seguita dagli amici e dall'amore. Più del 48% degli intervistati definisce l'interazione con la famiglia 'normale' e il 34% sostiene di avere un buon rapporto con i membri della sua famiglia. Le ragazze, a qualunque età, vivono rapporti più conflittuali in casa, ma anche per i ragazzi con l'età insorgono situazioni più problematiche. Tra la famiglia d'origine, il metterne su una propria, gli amici e l'amore, il 55% dei giovani, senza particolari differenze tra maschi e femmine, ritiene che genitori, fratelli e sorelle siano la cosa più importante nella vita. Un quarto del campione preferisce invece gli amici, verso i quali è disposto a un'apertura a "tutto campo" quasi il 60% del campione. Un altro 37% mostra invece un atteggiamento più selettivo e sono le ragazze le più riflessive. Il 17% sceglie l'amore. Solo il 4% dei ragazzi punta, come primo valore, alla possibilità di crearsi una propria famiglia. Man mano che crescono, le questioni di cuore diventano sempre più coinvolgenti per entrambi i sessi, a scapito dei propri amici per le donne e della propria famiglia per i maschi.

L'amore. Nonostante la giovane età, quasi la metà dei ragazzi dice di sapere già cosa vuol dire amare. Circa il 30% ha, infatti, un partner stabile. Un altro 3% vive un rapporto di coppia, che definisce tuttavia in fase di "sperimentazione", mentre il 12% si dichiara deluso da esperienze avute in passato. Con il crescere dell'età il quadro non cambia, anche se nell'insieme le ragazze sembrano meno soddisfatte dei ragazzi. Il 68% dei maschi e il 49% delle ragazze non ha invece relazioni stabili di coppia. A parte i pochi "single" incalliti, la dolce metà manca, un po' perché l'anima gemella tarda ad arrivare e un pò perché si pensa di essere ancora troppo giovani per un rapporto serio. Non manca, infine, qualche pessimista che ritiene di avere poche speranze perché qualcuno possa innamorarsi di lui/lei.

Tratto da: ItaliaSalute.it, continua la lettura nell'articolo.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Workaholism

Il workaholism, o dipendenza dal lavoro, può essere definito come “una spinta interna irresistibile a lavorare in maniera eccessivamente intensa”. Esso è consid...

Zoosadismo

E’ un disturbo psichiatrico che porta l'individuo a provare piacere nell'osservare o nell'infliggere sofferenze o morte ad un animale Lo zoosadismo, termine in...

Coping

In che modo tendiamo a superare gli ostacoli e lo stress che la vita ci sottopone? Attuando strategie di coping!! Dall’inglese to cope (affrontare) il te...

News Letters