Pubblicità

Comunicazione non verbale durante una esibizione musicale

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 215 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

Un team di ricerca della McMaster University ha sviluppato una nuova tecnica per esaminare come i musicisti intuitivamente si coordinassero l'un l'altro, durante una performance musicale.

Musicisti

La ricerca ha scoperto che i musicisti riuscivano a coordinarsi tra loro, predicendo il movimento dell'altro componente del gruppo musicale, in maniera maggiore se era presente un contenuto emotivo nella musica e se questo veniva rappresentanto dai musicisti.

La ricerca, pubblicata sul giornale "Scientific Reports", fornisce una spiegazione sulla sincronia dei movimenti dei musicisti che suonano esattamente a tempo come una unità singola. "Fare una performance musicale di successo in gruppo richiede uno sforzo molto complesso. Quali sono le dinamiche di coordinazione dei musicisti? Non è possibile aspettare di vedere cosa farà il tuo chitarrista prima di battere la bacchetta sul piatto o di premere il tasto sul pianoforte o ancora di soffiare nella tromba" ha spiegato Laurel Trainor l'autrice senior dello studio e direttrice del LIVElab alla McMaster University, dove è stato condotto lo studio.

Per questo studio i ricercatori si servirono del Gryphon Trio, un complesso musicale conosciuto. Ogni musicista era munito di un tracciante che catturava i loro movimenti mentre suonavano brani felici o tristi o esprimendo le emozioni associate alla canzone oppure senza mostrare espressione musicale. Utilizzando tecniche matematiche, i ricercatori misurarono come i movimenti di ogni musicista predicessero quelli degli altri. Se i musicisti rappresentavano gioia o tristezza, predicevano meglio i movimenti degli altri musicisti quando suonavano con espressione musicale rispetto a quando non lo facevano.

Pubblicità

"Il nostro lavoro ha mostrato che è possibile misurare la comunicazione emotiva della musica, analizzando i movimenti dei musicisti nel dettaglio quando realizzano una espressione emotiva musicale comune, questo richiede molta comunicazione non verbale ma emotiva e di gruppo" ha spiegato Andrew Chang, il capo autore dello studio.

I ricercatori hanno suggerito che questa nuova tecnica possa essere applicata ad altre situazioni, come nella comunicazione non verbale tra pazienti e familiari o badanti/infermieri ma stanno testando questa tecnica anche in uno studio sull'attrazione romantica. "I risutati dello studio precedente hanno indicato che la comunicazione misurata attraverso i movimenti del corpo nella musica potesse predire anche la sintonia emotiva tra due persone" ha concluso Chang.

 

 

Tratto da Sci-news

 

 

(Traduzione ed adattamento a cura del Dottor Claudio Manna)

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: musica movimenti emozione comunicazione non verbale news di psicologia sintonia

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Perdita improvvisa di un genit…

lorena, 26 Salve, innanzitutto ringrazio per questa preziosa opportunità. Scrivo questo messaggio per conto del mio fidanzato, lo stesso ha infatti perso il ...

Disturbo bipolare dell'umore (…

settepassi, 63 Soffro da circa 8 anni di DISTURBO BIPOLARE dell' UMORE, almeno così mi è stato diagnosticato. ...

Il mio compagno (156087164017)

Simy, 42 Il mio compagno è un uomo straordinario, nn mi fa mancare nulla materialmente, ama i miei figli (avuti da un matrimonio precedente). ...

Area Professionale

Articolo 22 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art. 22 (ruolo professionale dello psicologo) prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che, sett...

Articolo 21 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.21 (insegnamento strumenti e tecniche psicologiche), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardi...

Articolo 20 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.20 (didattica e deontologia), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo s...

Le parole della Psicologia

Complesso di Elettra

Secondo la definizione di Carl Gustav Jung il complesso di Elettra si definisce come il desiderio della bambina di possedere il pene, e della competizione con l...

Fissazione

Nel linguaggio comune, quando parliamo di fissazioni, ci riferiamo a comportamenti che la persona ha sempre messo in atto, che sono diventati abituali e che la ...

Disturbo schizotipico di perso…

Disturbo di personalità  caratterizzato da  isolamento sociale, comportamento insolito e bizzarro,  “stranezze del pensiero.” Il Disturbo schizo...

News Letters

0
condivisioni