Pubblicità

Con il “mood food”, torna il buonumore

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 278 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Lo stress, si sa, è sempre in agguato dietro l’angolo, pronto a saltarci addosso di soppiatto. E poi, magari, ce ne accorgiamo quando è troppo tardi – quando, come dinamite, saltiamo su per un nonnulla. Ma ornai il danno è fatto, e il dannato stress l’ha avuta vinta. Ma una speranza ancora c’è.
Non fatevi vedere dallo stress e proseguite nella lettura…Ed ecco, di seguito, i consigli degli esperti di Melarossa, il sito realizzato con la supervisione scientifica della Sisa (Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione).

 

 

Per dare scacco allo stress, ci sono molti modi tra cui, quello detto “mood food”, ossia lo scoprire che le virtù terapeutiche di alcuni principi nutritivi dei cibi aiutano a tenere a bada lo stress e scatenano l’ormone dell’umore – quello buono, ovviamente!
E ora, alcune indicazioni: cominciate con l’assicurarvi che la vostra alimentazione sia ricca di vitamina B12, considerata la vitamina dell'energia, e di acido folico. Dove si trovano? Nel pollo, nel salmone, nei broccoli, nei fagioli e nel manzo.
Anche il fegato, molto ricco di vitamina B12, aiuta a prevenire i disturbi dell’umore e del sistema nervoso centrale.

 

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Soffro di depressione (1546116…

jessica, 22     Ciao mi chiamo Jessica e ho 22 anni, è la prima volta che mi rivolgo a qualcuno. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

ALESSITIMIA (O ALEXITEMIA)

Il termine alessitimia deriva dal greco e significa mancanza di parole per le emozioni  (a = mancanza, léxis = parola, thymόs = emozione ).  Esso vi...

Belonefobia

La belonefobia è definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata degli aghi e gli spilli, conosciuta anche come aicmofobia o aichmofobia. ...

Affetto

L'affetto (dal latino adfectus, da adficere, cioè ad e facere, che significa "fare qualcosa per") è un sentimento di particolare intensità, che lega una persona...

News Letters

0
condivisioni