Pubblicità

CONSEGUENZE GIURIDICHE: La violenza di Bollate e le nuove frontiere del cyberbulling

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 330 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Nei primi giorni di febbraio 2014 si verificato a Bollate, l'ennesimo fenomeno di violenza commesso da una minore (quindici anni circa) nei confronti di una sua coetanea,  che ha richiamato l'attenzione dell'opinione pubblica sul dilagante problema delle nuove generazioni: il bullismo.
Il
fatto: si verifica una discussione tra due ragazze, Giovanna e Sarah, a ridosso di un cancello, in uno spazio pressochè anonimo, ma non sono sole; le circonda  uno stuolo di coetanei -più o meno-, all'incirca una ventina ed uno/a di loro sente l'esigenza di riprendere la scena con il cellulare. Il video di una folla disposta in cerchio attorno a queste due ragazze -per i fatti che diremo tra breve- diventato subito virale. La discussione tra le due ragazze si rivela immediatamente dai toni accesi, ma si intuisce, anche a causa della ripresa, che qualcosa deve succedere; e poi in sottofondo uno degli spettatori sembra incitare, sembra quasi che si aspetti di più. E qualcosa d'altro non tarda ad arrivare: Giovanna, da subito rivelatasi più aggressiva sia nel linguaggio che nella gestualità inizia a brandire colpi nei confronti di quella che ritiene essere la sua avversaria, o piuttosto la sua vittima; partono i calci. Sarah cerca di allontanarsi e Giovanna -incitata da alcuni del branco che le urlano: “vai così cattiva” la insegue e l'afferra per i capelli, alzandola e ributtandola a terra, fino ad assestarle un ultimo decisivo calcio alla base del collo. Il gruppo per tutta la durata del video, all'incirca quattro minuti, non interviene minimamente, se non per instillare poche significative parole, che accendono e alimentano la miccia. Solo alla fine ci sarà una componente del gruppo che prenderà alle spalle Giovanna, nel tentativo di fermarla e trascinarla via e un'altra porgerà una mano a Sarah unicamente per rialzarsi.
L'apparente
esclusione sociale di Giovanna - Questo episodio, immortalato da un video diffuso  sia su Ask.fm -social network riservato agli adolescenti- sia su Facebook ha scatenato  una nuova forma di bullismo, questa volta indiretto, attraverso lo strumento telematico.

 

Tratto da www.osservatoriobullismo.blogspot.it - Prosegui nella lettura dell'articolo

air max pas cher , nike blazer , air max tn pas cher , longchamp pas cher , sac longchamp soldes
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Difficoltà nello studio per un…

Annesin, 75 Gentili Signori,ho bisogno di un consiglio, perché vorrei dare una mano a una persona a me cara per un problema piccolo, ma che la inquieta per g...

Depressione (1557401609185)

Victoria, 22 Mi sveglio già stanca, da troppo tempo ormai, quasi da sempre. Mio padre è tornato a casa ieri sera, ha iniziato a sistemare la spesa in cucina ...

Ipocondria (1556980274713)

 Kiki, 30 Salve,Avrei bisogno di un consulto riguardo una persona a me molto vicina e molto cara, la quale soffre di ipocondria. Fortunatamente non ha...

Area Professionale

Articolo 17 - il Codice Deonto…

Anche questa settimana proseguiamo su Psiconline.it, con l'art.17 (segreto professionale e tutela della Privacy), il lavoro di analisi e commento, a cura d...

Articolo 16 - il Codice Deonto…

Su Psiconline.it proseguiamo, con il commento all'art.16 (comunicazioni scientifiche e anonimato), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini ch...

Articolo 15 - il Codice Deonto…

proseguiamo su Psiconline.it, con il commento all'art.15 (Collaborazioni con altri professionisti), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini c...

Le parole della Psicologia

Ippocampo

Struttura sottocorticale sistuata all'interno di ciascun emisfero cerebrale, in corrispondenza della superficie mediale, dalla forma simile ad un cavalluccio ma...

Aggressività

In psicologia indica uno stato di tensione emotiva generalmente espresso in comportamenti lesivi e di attacco. Nel corso degli anni l’aggressività...

Gelosia retroattiva

La gelosia retroattiva prende anche il nome di sindrome di Rebecca, nome ispirato dal film di Alfred Hitchcock, ovvero Rebecca la prima moglie, tratto dal roman...

News Letters

0
condivisioni