Pubblicità

Craving subliminale

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 320 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Grazie alla risonanza magnetica funzionale, un gruppo di ricercatori dell'Università della Pennsylvania ha dimostrato che le immagini subliminali sono in grado di innescare reazioni nei centri cerebrali che controllano le emozioni, innescando, in soggetti particolarmente sensibili, una serie di reazioni comportamentali. I soggetti "sensibili" studiati nella ricerca erano pazienti affetti da dipendenza da cocaina.

Come spiegano in un articolo pubblicato sulla rivista on line ad accesso libero PLoS ONE, i ricercatori, diretti da Anna Rose Childress, hanno mostrato ad alcuni pazienti affetti da dipendenza da cocaina una serie di immagini che riproducevano alcuni oggetti comunemente usati per l'assunzione di quella droga, come cannucce per sniffare o pipe da crack. Le immagini erano però proposte per un intervallo di tempo molto breve - 33 millisecondi - insufficiente perché il paziente potesse rendersi conto di averle viste. Tuttavia, le immagini sono state in grado di stimolare un aumento di attività nel sistema limbico, una rete di circuiti cerebrali coinvolta nei processi emotivi e della ricompensa che sono implicati nel comportamento di ricerca della droga e nel craving.

Tratto "Lescienze.it"- prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Sindrome di Gerusalemme

La Sindrome di Gerusalemme consiste nella manifestazione improvvisa di impulsi religiosi ed espressioni visionarie, da parte di visitatori della città di Gerusa...

Eisoptrofobia

L'eisoptrofobia o spettrofobia (da non confondere con la paura degli spettri, phasmofobia) è la paura persistente, irrazionale e ingiustificata degli specchi, o...

Ippocampo

Struttura sottocorticale sistuata all'interno di ciascun emisfero cerebrale, in corrispondenza della superficie mediale, dalla forma simile ad un cavalluccio ma...

News Letters

0
condivisioni