Pubblicità

Creatività, schizofrenia ed immagini in blu

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1526 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Numerosi esperimenti hanno evidenziato una correlazione tra creatività umana e schizofrenia. Il presente studio vuole chiarirne la portata tenendo conto delle implicazioni anatomiche e funzionali che avvicinano la mente creativa a quella schizofrenica. Inoltre ci sarebbero singolari nessi tra preferenza per il colore blu, alcune ideologie presenti in antichi popoli, la creatività e l'insorgenza della malattia schizofrenica. Queste analogie potrebbero avere una spiegazione evoluzionistica perchè è stato dimostrato che le scimmie hanno preferenze per il blu. Sembrerebbe che progredendo l'evoluzione umana il colore blu sia entrato a far parte della sfera negativa dei sentimenti e delle preferenze.
Nella antica Irlanda, lo straniero era chiamato lupo blu. Questo appellativo non era conferito come occasionale metafora, ma come termine istituzionale.
Giulio Cesare e Plinio tramandano che i Britanni, sia nelle cerimonie religiose che in guerra si tingevano il corpo di blu, probabilmente come metafora della morte.
Presso i Greci ed altri popoli indoeuropei, Dionisio (Bacco, il dio delle libagioni) ed Ade (il dio della morte) avevano la medesima identità. Presso i Britanni, questa comune entità religiosa e simbolica era identificata col medesimo colore: blu.

Humphrey dice che la visione di un colore è una sensazione con una forte componente emotiva. Carruthers, H., Morris, J., Tarrier , N. & Whorwell, P. dell’Università di Manchester affermano che le persone con preferenza di colori positivi come il verde intenso, il giallo ed il verde acqua hanno una visione positiva della vita. Quelli che scelgono il nero, il blu, il viola o il marrone hanno un atteggiamnto negativo verso il mondo. Immagini mentali con prevalenza di nero, grigio e di blu sono negative. Immagini mentali in cui domina il verde chiaro ed il giallo oro sono positive ed aperte.

Tratto da: "neuroscienze.net" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

MARITO DEPRESSO DA 3 MESI [159…

blu, 43 anni Buongiorno, non riesco a capire come poter aiutare mio marito che oramai sono 3 mesi che è depresso soprattutto la mattina appena sveglio e l...

Consulenza [1599577765688]

Bice84, 36 anni Salve, volevo chiederle un'informazione riguardo alcuni comportamenti di mio marito. ...

Ansia che causa senso di vomi…

1234, 20 anni Salve, è da qualche mese che certe situazioni come esami orali, uscite con ragazze e in alcuni casi feste/discoteche mi causano, prima di in...

Area Professionale

La relazione gene-ambiente nel…

Fra gli scienziati è in corso un importante dibattito sui nuovi modelli che esaminano il ruolo combinato dei geni e dell'ambiente nell'evoluzione della schizofr...

Marketing e comunicazione nel …

I social media ed internet hanno modificato il modo di comunicare di milioni di persone. Di conseguenza è cambiato anche il modo di fare marketing ed è import...

Come lavorare con chi ha avuto…

Capita a psicologi e psicoterapeuti di lavorare con clienti che provengono da precedenti relazioni terapeutiche e in questo breve articolo cerchiamo di foc...

Le parole della Psicologia

Suicidio

Per suicidio (dal latino suicidium, sui occido, uccisione di se stessi) si intende l'atto con il quale un individuo si procura volontariamente e consapevolmente...

Cherofobia

Il termine cherofobia deriva dal greco chairo “rallegrarsi” e phobia “paura”. La cherofobia o "edonofobia",  può essere definita come l’avversione patologi...

Mobbing

Il termine mobbing deriva dall’inglese “to mob” e significa assalire, soffocare, malmenare. Questo termine fu utilizzato per la prima volta in etologia da Konra...

News Letters

0
condivisioni