Pubblicità

Creatività e sicurezza esistenziale

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1556 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

La realizzazione creativa è in grado di fornire una barriera contro l'essere in ansia per la morte, secondo una ricerca degli psicologi dell’Università di Kent.

creatività e sviluppo esistenzialeI risultati di questo studio suggeriscono che coloro che perseguono la creatività e hanno contributi creativi potrebbero beneficiare della sicurezza esistenziale, di fronte alla morte.

Le persone creative, come il neo-annunciato premio Nobel per la Letteratura Bob Dylan, sono spesso motivate dal desiderio di lasciare un patrimonio culturale duraturo.

Attraverso il loro lavoro creativo, (vedi Leonard Cohen e David Bowie) continuano a vivere nella nostra cultura, anche dopo la loro morte.

Al contrario, la distruzione di antichi monumenti e manufatti in Iraq nel 2015 da membri dello Stato islamico potrebbe essere interpretata come un atto simbolico volto ad ottenere un alto impatto negativo sulla società attraverso la distruzione di un patrimonio culturale.

Ora la ricerca, condotta da Rotem Perach, ricercatore presso la Scuola di Psicologia di Kent sotto la supervisione del Dr. Arnaud Wisman, dimostra che le persone con alti livelli di ambizione creativa e di realizzazione sono particolarmente suscettibili ad essere più resistenti di fronte le preoccupazioni sulla morte.

In quello che è pensato per essere il primo studio empirico delle funzioni di creatività tra persone per le quali la creatività costituisce un elemento centrale della loro visione del mondo culturale, la ricerca ha analizzato i risultati di un gruppo di 108 studenti.

Gli studenti hanno completato due questionari per valutare il loro livello di realizzazione creativa e ambizione creativa.
Quelli con un record di realizzazione creativa, unita ad alti livelli di ambizione creativa, sono stati scelti per sviluppare associazioni con il pensiero della morte nei loro processi mentali e dopo, i risultati sono stati paragonati a quelli in condizione di controllo.

In confronto, con gli individui con bassi livelli di ambizione creativa (qualunque sia il loro record di realizzazione creativa), tali soggetti mostrano che il pensiero sulla propria mortalità non ha influenzato i loro livelli di accessibilità  e le loro preoccupazioni di fronte al pensiero della morte.

I risultati suggeriscono che coloro che perseguono la creatività e producono contributi creativi significativi potrebbero beneficiare della sicurezza esistenziale, di fronte alla morte.

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: sicurezza esistenziale, patrimonio culturale,

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Memoria

La memoria è quel meccanismo neuropsicologico che permette di fissare, conservare e rievocare esperienze e informazioni acquisite dall’ambiente (interno ed este...

Xenofobia

Il significato etimologico del termine Xenofobia (dal greco ξενοφοβία, composto da ξένος, ‘estraneo, insolito’, e φόβος, ‘paura’) è “paura dell’estraneo” o anch...

Limerence (o ultrattaccamento)…

È uno stato cognitivo ed emotivo caratterizzato da intenso desiderio per un'altra persona. Il concetto di Limerence (in italiano ultrattaccamento) è stato elab...

News Letters

0
condivisioni