Pubblicità

Cresce il fenomeno della dipendenza dal sesso virtuale

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1167 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

I molteplici utilizzi della tecnologia moderna investono tutti i settori della nostra vita quotidiana ed il computer, strumento elettivo della penetrazione tecnologica nelle nostre case, diviene sempre più tra le altre cose anche la porta d’ingresso alla sfera sessuale attraverso il sesso virtuale, o cibersex, come viene comunemente definito il sesso visto e consumato on line.

“Il computer si presta alla costruzione ed al consumo del sesso, considerato dalla maggior parte degli utenti di siti a contenuto sessuale o porno alla stregua di un gioco o passatempo, ma dai risvolti imprevedibili e potenzialmente dannosi – spiega la dr.ssa Kimberly Young, psicologa statunitense che ha pubblicato recentemente diversi libri su queste tematiche e sui fenomeni della “internet addiction”- a giudicare dagli effetti che si riscontrano quotidianamente sulla vita privata ed anche sulla vita lavorativa di coloro che li seguono assiduamente..”.

“Contrariamente alle aspettative, la dipendenza che si stabilisce rispetto alla frequentazione di questi siti web non è un problema ristretto ad una fascia di persone caratterizzata da scarse relazioni sociali, solitudine e problemi di rapporto con l’altro sesso – dice la dr.ssa Kimberly – ma tra queste persone si osservano sempre più anche professionisti e persone appartenenti a ceti sociali elevati, così come a fedeli osservanti che si recano in chiesa tutte le domeniche..”.

“Secondo le prime stime formulate sulla base di dati riscontrati recentemente a livello nazionale, almeno 200.000 persone potrebbero presentare chiari fenomeni di “cibersex addiction” , cioè di dipendenza sessuale attraverso internet - dice il dr.Al Cooper del Marital and Sexuality Centre di S.Josè (Calif. - Usa).

Se negli scorsi anni il cibersex si limitava alla presenza di pagine web con foto erotiche, adesso su alcuni di questi siti vi sono filmati di rapporti sessuali trasmessi on line e proliferano le chat room dove si cercano partners per rapporti sessuali,giochi erotici particolari e fantasie perverse, utilizzo di webcam per le riprese dei rapporti sessuali, etc..

“I soggetti dipendenti da queste forme di sessualità on line stanno rapidamente aumentando - dice il dr. Cooper – anche perché la presenza di possibili partners on line risulta essere molto più diretta e rassicurante poichè non presenta tutti quei problemi che insorgono nella vita reale quando si fanno avances di questo tipo a persone sconosciute..Facendo una prima stima percentuale , si potrebbe dire che un 10% di questi dipendenti del sesso on line siano soggetti con tendenze patologiche, tra cui persone con chiare deviazioni sessuali di tipo perverso e pedofili; un altro 20% è costituito da persone che non avrebbero invece sviluppato la forma di dipendenza su queste tematiche se non fossero venuti in contatto con le possibilità offerte in questo campo specifico da internet ; il rimanente 70% è infine costituito da coloro che frequentano questi canali per fini più “ricreativi”, dove le immagini che possono trovarvi rappresentano un sostituto delle riviste pornografiche.

Pubblicità

“Non sono chiaramente solo gli uomini a frequentare i siti pornografici – aggiunge il dr.Lindsay Short Jr., presidente dell’American Academy of Matrimonial Lawyers – se gli uomini ricercano di più le immagini pornografiche, le donne invece frequentano solitamente le chat rooms dove è possibile parlare direttamente con gli altri; queste donne – continua il dr.Short - sono spesso annoiate dalla propria vita e sessualmente insoddisfatte, ed in molti casi potrebbero avere beneficio da un nuovo assetto della propria vita di coppia se insieme al proprio partner affrontassero diversamente i problemi alla base del loro malessere, per esempio ricorrendo a terapie di coppia..”.

 

(tratto da:” Psychologist Untangles the Web of Cybersex Growing Addiction Snares Thousands Among Us - Usa Today – Dec. 2001)

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

 

Tags: sesso tecnologia dipendenza da sesso virtuale

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come si ritrova l'amore di viv…

polppols, 18 anni Ciao, ho 18 anni e non so bene come iniziare a scrivere questa richiesta. Non mi sono mai aperta con qualcuno liberamente e sinceramente ...

Problematiche relazionali [160…

m, 20 anni Salve, recentemente dei Miei amici mi hanno detto che dovrei vedere un terapeuta perché secondo loro ho dei problemi a capire come relazionarmi ...

Genitori che non ti accettano …

alice, 25 anni Buongiorno,scrivo perchè mi trovo in una situazione veramente difficile e ho bisogno di un consiglio. Dalla tarda adolescenza non sono mai a...

Area Professionale

Il disturbo pedofilico

Secondo il DSM-5 i criteri per diagnosticare ciò che prende il nome di disturbo pedofilico sono definiti come esperienze ricorrenti di eccitazione sessuale inte...

La psicologia forense

La psicologia forense, come definita dall'American Psychological Association è l'applicazione delle specialità cliniche al campo legale. La professione dello p...

Depressione adolescenziale e t…

Secondo un'analisi della letteratura, tra gli approcci psicoterapeutici che mostrano una certa efficacia nella gestione e trattamento della depressione adolesce...

Le parole della Psicologia

Controtransfert

“L’idea che il controtransfert rappresenti una creazione congiunta dell’analista e dell’analizzando riflette un movimento verso una concezione dell’analisi come...

Disturbo Antisociale di Person…

La prevalenza del DAP è pari al 3% nei maschi e all'1% nelle femmine nella popolazione generale, e aumenta al 3-30% in ambiente clinico. Percentuali di preva...

Autismo

La sindrome fu identificata nel 1943 dallo Psichiatra inglese Leo Kanner, il quale notò che alcuni bambini presentavano un comportamento patologico che esulava ...

News Letters

0
condivisioni