Pubblicità

Cruciverba, e la mente resta in forma

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 541 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Quante volte abbiamo creduto che per mantenerci in forma si debba trovare chissà quale rimedio o chissà che marchingegno, e così, spesso, ci dimentichiamo come infine possano essere le attività più semplici quelle che possono davvero aiutarci. Attività come assemblare puzzle, risolvere cruciverba – ma anche dedicarsi al giardinaggio – possono aiutarci a vivere meglio e più in salute. Secondo alcuni ricercatori, persino cantare e fare – ogni tanto – uno spuntino di mezzanotte può farci sentire meglio e prevenire, per esempio, la demenza senile.

 

 

La demenza è caratterizzata da un peggioramento delle funzioni mentali a livello di linguaggio, memoria, giudizio e orientamento. Esistono demenze di diversa entità; tra le forme più gravi e conosciute vi è probabilmente la malattia di Alzheimer.
Ora, secondo alcuni ricercatori tedeschi, è possibile rinforzare le proprie abilità mentali aggiungendo alla vita quotidiana un pizzico di “gioco”. Dal Sudoku al cruciverba, queste attività aiutano a mantenere in forma anche il cervello.
La ricerca conferma vecchi studi che volevano il “giocatore incallito” a prova di demenza.

 

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Suicidio

Per suicidio (dal latino suicidium, sui occido, uccisione di se stessi) si intende l'atto con il quale un individuo si procura volontariamente e consapevolmente...

Eisoptrofobia

L'eisoptrofobia o spettrofobia (da non confondere con la paura degli spettri, phasmofobia) è la paura persistente, irrazionale e ingiustificata degli specchi, o...

Allucinazioni

Con il termine allucinazioni si fa riferimento alla percezione di qualcosa che non esiste, ma che tuttavia viene ritenuta reale. Le allucinazioni si presenta...

News Letters

0
condivisioni