Pubblicità

Cyberterapia, se il medico è un "avatar"

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 531 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

MILANO - In un mondo dove le relazioni virtuali prendono sempre più spesso il posto dei contatti reali, non c'è da stupirsi che pure i medici diventino "avatar" e le terapie si seguano al computer anziché nello studio del dottore. E le situazioni in cui la cura passa da mondi virtuali sono in continuo aumento, come segnala Jeremy Bailenson, direttore del Virtual Human Interaction Lab dell'università di Stanford, nel libro "Infinite Reality".

COMPORTAMENTO - Bailenson spiega che l'esperienza in un mondo virtuale altera il comportamento nel mondo reale: «Basta poco per produrre effetti considerevoli: noi abbiamo condotto esperimenti con alcuni studenti trasformandoli in "avatar", soggetti del mondo virtuale. Se gli avatar venivano leggermente manipolati in modo che fossero più alti o più attraenti della loro controparte umana, nella realtà virtuale gli studenti assumevano atteggiamenti di maggior sicurezza e autorevolezza. Ma questi comportamenti erano poi mantenuti anche nella vita reale, senza che i ragazzi percepissero la manipolazione dell'aspetto dell'avatar, che era minima: l'effetto era cioè del tutto inconscio.

Tratto da: "corriere.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Genitore inadeguato [15992344…

DEDDA, 47 anni   Buongiorno, mia figlia 15enne soffre di blocchi emotivi a scuola. Quando deve fare un'interrogazione si chiude in se stessa, terror...

Come imparare ad andare [1599…

mar, 29 anni Ho avuto una relazione di 5 anni finita per motivi banali, incomprensioni, caratteri opposti e contrastanti. La storia é finita quasi tre anni...

MARITO DEPRESSO DA 3 MESI [159…

blu, 43 anni Buongiorno, non riesco a capire come poter aiutare mio marito che oramai sono 3 mesi che è depresso soprattutto la mattina appena sveglio e l...

Area Professionale

Funzionamento cognitivo in sog…

Recenti ricerche suggeriscono che le persone che presentano esperienze psicotiche, ma nessuna diagnosi di malattia psicotica, presentano un'alterazione del funz...

Il "potere" nella re…

Nonostante si possa pensare che vi sia uno squilibrio di potere all'interno della relazione terapeutica, in realtà lo psicoterapeuta non esercita un maggiore po...

Disfunzioni sessuali dopo la s…

L'11 giugno 2019 l'European Medicines Agency (EMA) ha formalmente dichiarato di riconoscere la disfunzione sessuale post-SSRI (Post-SSRI Sexual Dysfunction, PSS...

Le parole della Psicologia

La vecchiaia

Il passaggio dalla mid-life alla vecchiaia è al giorno d’oggi più sfumato e graduale che nel passato, a causa dell’aumento della durata media della vita, del pr...

Sindrome di Wanderlust

È l’impulso irrefrenabile di viaggiare, esplorare e scoprire posti nuovi per ampliare i propri orizzonti Le persone che hanno una voglia perenne di partire, ch...

Inconscio

Nella sua accezione generica, indica tutte quelle attività della mente inaccessibili alla soglia della consapevolezza Il termine inconscio (dal latino in- cons...

News Letters

0
condivisioni