Pubblicità

Decodificati i meccanismi fisiologici della memoria

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 111 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Un singolo neurone sarebbe responsabile sia della formazione del ricordo sia della sua cancellazione.

memoria drosofila

In uno studio sui moscerini della frutta (drosofila), un team di ricercatori dello Scripps Research Institute Florida ha mostrato i meccanismi fisiologici nei quali un ricordo è formato e poi successivamente dimenticato.

Il team ha scoperto che un singolo neurone dopaminergico può guidare entrambi i processi. Lo studio è stato pubblicato sul giornale Cell Reports. "Noi crediamo che questo sistema accelleri la rimozione di ricordi che non sono cosi importanti da accedere a lla memoria a lungo termine. Ho trovato elegante che tutto questo processo sia effettuato dallo stesso neurone. Il nostro articolo evidenzia esattamente come questo processo venga realizzato" ha spiegato il Dr. Jacob Berry, primo autore dello studio.

Per studiarne la memoria, gli insetti venivano condizionati nell'associazione di un particolare odore ad una scossa elettrica. Una volta che diventavano pratici, il Dr. Berry ed i colleghi osservarono che gli insetti evitavano gli odori, confermando un processo di memoria. Monitorando l'attività dei neuroni nel cervello, prima e dopo il processo di condizionamento, è possibile osservare un panorama interno di rinforzo fisiologico nella formazione della memoria.

In uno studio precedente, il team ha mostrato che ci sono circuiti dopaminergici specifici, che sono coinvolti sia nella formazione che nella cancellazione di ricordi. Nello studio attuale, gli scienziati hanno usate delle tecniche di imaging per osservare nel dettaglio i processi. I ricercatori hanno osservato che, quando il ricordo di un comportamento era deteriorato, i cambiamenti cellulari durante il processo di apprendimento venivano effettuati dal neurone dopaminergico che era lo stesso che ha supportato il cambiamento.

Hanno anche scoperto che quando il neurone dopaminergico è reclutato per formare una nuova memoria, esso lavora anche per degradare vecchi ricordi. "In qualunque momento in cui si impara qualcosa di nuovo, simultaneamente si forma un nuovo ricordo che potenzialmente interferisce con uno vecchio eliminato. E' molto importante bilanciare e prevenire un potenziale sovraccarico.

Da decenni fino ad oggi, i neuroscienziati che hanno studiato l'apprendimento e la memoria si sono focalizzati su come il cervello acquisisse informazioni e come queste diventassero stabili nella memoria, processo chiamato poi consolidamento in memoria" ha spiegato il Professore Ron Davis, autore senior dello studio.

"Solo recentemente i neuroscienziati hanno capito l'importanza dello studiare il processo dell'eliminazione del ricordo nel cervello. Questo processo dell'apprendimento ed eliminazione (learning-and-forgetting) aiuta a spiegare le interferenze retroattive, una osservazione comune in psicologia" ha aggiunto il Dr. Berry.

"L'interferenza retroattiva descrive la situazione in cui informazioni più recenti guidano il richiamo di vecchie informazioni - per esempio, chiamare il tuo primo capo con il nome del tuo capo attuale. L'evoluzione ha esercitato un ruolo chiave, cosi non c'è molta rilevanza di studi sui sentieri sinaptici negli organismi più semplici" ha concluso il Dr. Berry. Sebbene lo studio sia stato effettuato sui moscerini della frutta, il team si aspetta che le ricerce future sui processi di memoria saranno applicate ad organismi di ordine superiore, come gli umani.

 

 

Tratto da Sci-news

 

 

(Traduzione ed adattamento a cura del Dottor Claudio Manna)

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione
 

 

 

Tags: memoria ricordo news di psicologia drosofila neurone

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Difficoltà nei rapporti sessua…

Emilio, 20     Salve, sono Emilio, ho 20 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Dejà vu - Dejà vecu

Da due secoli, il fenomeno del "déjà-vu" affascina il mondo della scienza ed è stato oggetto di numerose interpretazioni, dalle più strampalate, che gli attribu...

Tecnostress - Tecnofobia

Il Tecnostress (o tecnofobia) è una patologia che scaturisce dall'uso eccessivo e simultaneo di quelle informazioni che vengono veicolate dai videoschermi. Ess...

Androfobia

L’androfobia rientra nella grande categoria delle fobie e viene definita come paura degli uomini. Nelle femmine questa paura tende a determinare un’avversione p...

News Letters

0
condivisioni