Pubblicità

Denti e depressione

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1559 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Recenti studi, pubblicati nell’ultimo numero della rivista Journal of Periodontology, mostrano come alcune patologie che colpiscono i denti siano più diffuse in soggetti con problemi depressivi; secondo i risultati della ricerca in questione sarebbero infatti circa il doppio i depressi che presentano disturbi periodontali rispetto ai non depressi.

Il disturbo periodontale è costituito da una infezione batterica che danneggia le fibre che connettono i denti al tessuto osseo; in tal caso, le gengive subiscono una riduzione della superficie di presa sul dente e si formano delle vescicole con materiale purulento. Col procedere dell’infiammazione, queste aree si estendono e intaccano sempre più la zona gengivale ed ossea intorno al dente, allentando la sua stabilità fino alla sua caduta. Si è stimato che circa il 15% degli adulti di età compresa tra i 20 ed i 50 anni soffra di questo disturbo. “Ci sono anche altri fattori correlati – dice il dr. John Elter, che ha condotto lo studio ed è docente presso la North Carolina Chapel Hill School of Dentistry – come per esempio il fumo; i soggetti depressi infatti tendono ad avere una maggiore abitudine al fumo rispetto agli altri e questo danneggia ulteriormente lo stato di salute dei denti. Ma probabilmente il fattore più grave è che nei soggetti depressi il sistema immunitario funzioni in modo meno ottimale rispetto alla media e più lentamente circa i tempi di reazione a possibili infezioni, anche se questa ipotesi ha bisogno di ulteriori studi per capire i reali meccanismi che intervengono in tali situazioni “.

Tuttavia, la correlazione tra insorgenza di patologie di diversa natura e stati depressivi è stata ampiamente dimostrata in numerose ricerche precedenti, oltre a problematiche depressive quali conseguenze di interventi chirurgici alla regione cardiaca o spinale.

“I risultati di questo studio sono importanti anche e soprattutto per il dentista – dice il dr. Keneth Bueltman, Presidente della American Academy of Periodontology – perché consentono di prevenire molte conseguenze negative ed impostare un più efficace trattamento per i disturbi periodontali nei soggetti con patologie depressive”.

Tratto da: “Depression and Your Teeth” - HealthNewsDigest.com – Apr.2002

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Oblio

L'oblio è un processo naturale di perdita dei ricordi per attenuazione, modificazione o cancellazione delle tracce mnemoniche, causato dal passare del tempo tra...

Dipendenza sessuale

“Brandon ha paura di questa intimità, fa sesso casuale o con prostitute, ma se deve davvero fare l’amore per lui è impossibile, perché lasciar entrare qualcuno ...

Narcoanalisi (o narcoterapia)

Detta anche narcoterapia, è una tecnica diagnostica e terapeutica, utilizzata in psichiatria, che consiste nella somministrazione lenta e continua, per via endo...

News Letters

0
condivisioni