Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Denti e depressione

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 972 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Recenti studi, pubblicati nell’ultimo numero della rivista Journal of Periodontology, mostrano come alcune patologie che colpiscono i denti siano più diffuse in soggetti con problemi depressivi; secondo i risultati della ricerca in questione sarebbero infatti circa il doppio i depressi che presentano disturbi periodontali rispetto ai non depressi.

Il disturbo periodontale è costituito da una infezione batterica che danneggia le fibre che connettono i denti al tessuto osseo; in tal caso, le gengive subiscono una riduzione della superficie di presa sul dente e si formano delle vescicole con materiale purulento. Col procedere dell’infiammazione, queste aree si estendono e intaccano sempre più la zona gengivale ed ossea intorno al dente, allentando la sua stabilità fino alla sua caduta. Si è stimato che circa il 15% degli adulti di età compresa tra i 20 ed i 50 anni soffra di questo disturbo. “Ci sono anche altri fattori correlati – dice il dr. John Elter, che ha condotto lo studio ed è docente presso la North Carolina Chapel Hill School of Dentistry – come per esempio il fumo; i soggetti depressi infatti tendono ad avere una maggiore abitudine al fumo rispetto agli altri e questo danneggia ulteriormente lo stato di salute dei denti. Ma probabilmente il fattore più grave è che nei soggetti depressi il sistema immunitario funzioni in modo meno ottimale rispetto alla media e più lentamente circa i tempi di reazione a possibili infezioni, anche se questa ipotesi ha bisogno di ulteriori studi per capire i reali meccanismi che intervengono in tali situazioni “.

Tuttavia, la correlazione tra insorgenza di patologie di diversa natura e stati depressivi è stata ampiamente dimostrata in numerose ricerche precedenti, oltre a problematiche depressive quali conseguenze di interventi chirurgici alla regione cardiaca o spinale.

“I risultati di questo studio sono importanti anche e soprattutto per il dentista – dice il dr. Keneth Bueltman, Presidente della American Academy of Periodontology – perché consentono di prevenire molte conseguenze negative ed impostare un più efficace trattamento per i disturbi periodontali nei soggetti con patologie depressive”.

Tratto da: “Depression and Your Teeth” - HealthNewsDigest.com – Apr.2002

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fine di un amore senza motivo …

tz86, 31     Buongiorno, è circa un mese che sono stato lasciato dalla mia ragazza. Una relazione breve, circa un anno. Ma molto intensa e bella...

Difficoltà nelle relazioni con…

io, 25     Lavoro in un codominio come portiere, da un po' di tempo ho come la sensazione che si approffitino di me. ...

Distacco dai genitori (1526380…

Alice, 25     Buongiorno, sono una ragazza di 25 anni che lavora. Ho un fidanzato e per fine anno vorremmo andare a convivere. ...

Area Professionale

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Obesità e Confine del Sé nel T…

In tutti i disturbi del comportamento alimentare, ed in particolare nell'obesità, troviamo le problematiche relative alla dimensione del dare/avere e del dentro...

Le parole della Psicologia

Innamoramento

Nell'uomo, è una pulsione che provoca una varietà di sentimenti e di comportamenti caratterizzati dal forte coinvolgimento emotivo verso un'altra persona, che, ...

Anorgasmia

Con il termine “anorgasmia” si fa riferimento alla mancanza e/o assenza di orgasmo, intesa come difficoltà o incapacità a raggiungere l'orgasmo.  Il termi...

Ipercinesia

Nel disturbo ipercinetico si ha la contemporanea presenza di sintomi quali: la breve durata dell’attenzione, distrazione, iperattività e almeno un sintomo di im...

News Letters

0
condivisioni