Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

DEPRESSION TREATMENT BOOSTS EMPLOYEE PRODUCTIVITY

on . Postato in News di psicologia | Letto 295 volte

High-quality care for depression can improve productivity at work and lower rates of workplace absenteeism, according to a new report.

A two-year program for depressed employees treated at 12 primary care practices nationwide improved productivity at work by an average of 6 percent, or an estimated annual value of $1,491 per depressed full-time employee. The program reduced absenteeism by 22 percent in two years, saving the companies an estimated $539 for each depressed full-time employee.

The study published in the journal Medical Care is among the first research to “demonstrate that improving the quality of care for any chronic disease has positive consequences for productivity and absenteeism,” say Kathryn Rost, Ph.D., of University of Colorado Health Sciences Center and colleagues.

“Over the short term, improvements in productivity generally benefit the majority of American employers who pay salaries rather than reimburse workers for piecework or by commission. And over the longer term, improvements in productivity may translate into employee raises,” Rost explains.

The program included 326 full- or part-time blue-collar and white-collar workers who were diagnosed with depression at the start of the study. The workers were randomly assigned to receive either standard or “enhanced” depression treatment from specially trained primary care providers who encouraged workers to consider antidepressant medication and/or counseling.

Tratto da Center for the Advancement of Health - prosegui nella lettura dell'articolo

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

cambio generazionale (15083266…

Anna, 50     Buongiorno, ringrazio in anticipo chi potrà aiutarmi ad affrontare il mio problema. Ho 50 anni e da 30 lavoro nell'azienda di famig...

sig (1509381564901)

Antony, 50     Da 5 anni, più o meno nel periodo tra ottobre e gennaio, mia moglie, 48 anni, è come se cambiasse personalità. ...

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

Area Professionale

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

Le parole della Psicologia

Musofobia

Il termine musofobia, che deriva del greco μῦς (mys) che significa "topo", è la paura persistente ed ingiustificata per i topi, più in generale per i roditori. ...

Barbiturici

Con il termine Barbiturici si indica quella classe di farmaci anestetici, antiepilettici ed ipnotici, derivati dall’acido barbiturico (o malonilurea), che hanno...

Aprassia

L'aprassia (dal greco "a" prefisso di negazione e "praxía", cioe' fare, quindi incapacità di fare) è un deficit primitivo dell’attivi...

News Letters