Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Depressione, insonnia, stress… colpa dello smartphone

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 340 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Pare che le persone contraggano sempre più la cosiddetta “dipendenza da tecnogadget”: smartphone, tablet, pad e compagnia bella a cui non si riesce più a rinunciare.
Sono diventati i compagni del proprio tempo libero e non solo. Hanno sostituito i libri e le riviste letti magari durante un viaggio in treno; oggi difatti spesso possiamo vedere dita frenetiche che armeggiano sui touchscreen di melafonini e simili per tutto il viaggio. Certo, la tecnologia ha i suoi indubbi vantaggi ma, come per tutte le cose, per trarne davvero vantaggio ci vuole equilibrio: anche la frutta fa bene, ma se ne mangio un quintale per volta, allora…

 

 

È proprio quello che succede a chi fa un’abbuffata di realtà virtuale fatta di messaggini, email, “app” per ogni occasione… Secondo i ricercatori della Lancaster University (Uk), con a capo il dottor Cary Cooper, professore di Psicologia Organizzativa e Salute, utilizzare per troppo tempo smartphone & Co. intorpidisce i sensi e allontana dalla realtà fatta di persone reali e problemi reali, cui si tende a fuggire.
Al pari della televisione, spiega il professor Cooper, la luce agisce sulle persone e intorpidisce i sensi. Questa situazione può essere «coinvolgente e distruttiva al tempo stesso per come occupa la mente senza realmente stimolarla».

 

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

L'attenzione

L'attenzione è un processo cognitivo che permette di selezionare stimoli ambientali, ignorandone altri. È quel meccanismo in grado di selezionare le informazio...

Atarassia

L’atarassia (dal greco “ἀταραξία”, assenza di agitazione o tranquillità) è «la perfetta pace dell’anima che nasce dalla liberazione delle passioni» secondo la f...

Claustrofobia

La claustrofobia (dal latino claustrum, luogo chiuso, e phobia, dal greco, paura) è la paura di luoghi chiusi e ristretti come camerini, ascensori, sotterranei...

News Letters

0
condivisioni