Pubblicità

Depressione: la terapia con il litio può causare ipotiroidismo e iperparatiroidismo

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 839 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

La prestigiosa rivista scientifica Lancet ha pubblicato uno studio in cui si suggerisce che la terapia con il litio, utilizzata nel trattamento del disturbo bipolare dei pazienti con depressione può avere degli effetti collaterali che interferiscono l’attività della tiroide e delle paratiroidi.
Lo studio revisionale di cui ci dà notizia Lancet è stato condotto investigando i possibili effetti del litio.

Il professor John R. Geddes, del Dipartimento di Psichiatria dell’Università di Oxford (Uk) e colleghi hanno analizzato 400 studi, per poi arrivare a concluder che le anomalie della ghiandola tiroide nei pazienti che utilizzano il litio si verificano in circa il 25 percento di questi, rispetto all’1-3 percento della popolazione generale.
Il litio è un minerale che appartiene ai metalli alcalini, i cui Sali sono utilizzati in alcune preparazioni, sotto forma di farmaci, per il trattamento della depressione. Ora, questi Sali sono stati trovati causare...

 

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

ALESSITIMIA (O ALEXITEMIA)

Il termine alessitimia deriva dal greco e significa mancanza di parole per le emozioni  (a = mancanza, léxis = parola, thymόs = emozione ).  Esso vien...

Autostima

L'autostima è il processo soggettivo e duraturo che porta il soggetto a valutare e apprezzare se stesso tramite l'autoapprovazione del proprio valore personale ...

Malaxofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata dei giochi amorosi. E’ conosciuta anche come sarmasofobia, usata dai greci. ...

News Letters

0
condivisioni