Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Depressione materna e problemi di sviluppo

on . Postato in News di psicologia | Letto 263 volte

Nuovi studi, pubblicati sull'ultimo numero della rivista "Journal Child Development", mostrano che la depressione cronica nelle madri influisce sensibilmente sullo sviluppo precoce dei bambini, in rapporto a forme depressive più lievi (le cosiddette "depressioni a breve termine", solitamente di natura reattiva o situazionale).

Ma anche lo status socioeconomico delle famiglie di origine influisce negativamente sullo sviluppo precoce dei bambini; i due fattori sono stati infatti rilevati in stretta associazione dalla ricerca del dr. Stephen M. Petterson, della S.R.Mental Health Research Center presso l'Università della Virginia (Usa). Bambini provenienti da famiglie povere e con madri che soffrono di forme depressive cronicizzate avrebbero quindi una probabilità molto maggiore rispetto ai coetanei di sviluppare problematiche inerenti lo sviluppo cognitivo e nel tempo di presentare difficoltà in ambito comportamentale e relazionale.
La ricerca ha incluso dati provenienti da una precedente raccolta compiuta su un ampio campione di oltre 7600 coppie madri-bambini rilevati alla nascita (nel 1988) e successivamente all'età di 3anni (nel 1991).
La differenza più evidente riscontrata nello studio riguarda l'alta percentuale di problemi presenti a livello cognitivo tra i bambini provenienti da famiglie più povere e con madri cronicamente depresse, rispetto a quelli provenienti da famiglie più abbienti ma con madri ugualmente depresse; infatti, in questo ultimo sottogruppo i punteggi erano assimilabili a quelli ottenuti per il gruppo di controllo (composto da madri non depresse).

"Possiamo affermare - dice il dr. Petterson - ..che la presenza combinata di questi fattori studiati, cioè la depressione in forme gravi e cronicizzate nelle madri ed un reddito famigliare basso, incidono in maniera significativa sulla probabilità da parte dei bambini di sviluppare problemi a livello cognitivo e comportamentale in età precoce… In particolare, lo sviluppo cognitivo in questi casi è più compromesso anche rispetto allo sviluppo motorio primario del bambino; quest'ultimo sarebbe poi, secondo i dati ottenuti nello studio, più elevato nei bambini delle famiglie povere rispetto a quelli provenienti dalle famiglie con reddito più alto..".

(tratto da :" Maternal Depression Linked to Slowed Early Development" - HealthNewsDigest.com - Nov. 2001)

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Credo di essere depressa, mi a…

Psiche, 33     Salve, vi scrivo perchè da un pò di tempo (non so neanche io precisamente quanto) ho dei sintomi che mi fanno presagire qualcosa d...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Disturbo schizoide di personal…

Disturbo di personalità caratterizzato da mancato desiderio o piacere ad instaurare relazioni altrui e chiusura verso il mondo esterno. Il disturbo schizoide d...

Balbuzie

La balbuzie interessa circa l’1% della popolazione mondiale (tasso di prevalenza), ma circa il 5% può dire di averne sofferto in qualche misura nel...

Claustrofobia

La claustrofobia (dal latino claustrum, luogo chiuso, e phobia, dal greco, paura) è la paura di luoghi chiusi e ristretti come camerini, ascensori, sotterranei...

News Letters