Pubblicità

Depressione materna e problemi di sviluppo

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 420 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Nuovi studi, pubblicati sull'ultimo numero della rivista "Journal Child Development", mostrano che la depressione cronica nelle madri influisce sensibilmente sullo sviluppo precoce dei bambini, in rapporto a forme depressive più lievi (le cosiddette "depressioni a breve termine", solitamente di natura reattiva o situazionale).

Ma anche lo status socioeconomico delle famiglie di origine influisce negativamente sullo sviluppo precoce dei bambini; i due fattori sono stati infatti rilevati in stretta associazione dalla ricerca del dr. Stephen M. Petterson, della S.R.Mental Health Research Center presso l'Università della Virginia (Usa). Bambini provenienti da famiglie povere e con madri che soffrono di forme depressive cronicizzate avrebbero quindi una probabilità molto maggiore rispetto ai coetanei di sviluppare problematiche inerenti lo sviluppo cognitivo e nel tempo di presentare difficoltà in ambito comportamentale e relazionale.
La ricerca ha incluso dati provenienti da una precedente raccolta compiuta su un ampio campione di oltre 7600 coppie madri-bambini rilevati alla nascita (nel 1988) e successivamente all'età di 3anni (nel 1991).
La differenza più evidente riscontrata nello studio riguarda l'alta percentuale di problemi presenti a livello cognitivo tra i bambini provenienti da famiglie più povere e con madri cronicamente depresse, rispetto a quelli provenienti da famiglie più abbienti ma con madri ugualmente depresse; infatti, in questo ultimo sottogruppo i punteggi erano assimilabili a quelli ottenuti per il gruppo di controllo (composto da madri non depresse).

"Possiamo affermare - dice il dr. Petterson - ..che la presenza combinata di questi fattori studiati, cioè la depressione in forme gravi e cronicizzate nelle madri ed un reddito famigliare basso, incidono in maniera significativa sulla probabilità da parte dei bambini di sviluppare problemi a livello cognitivo e comportamentale in età precoce… In particolare, lo sviluppo cognitivo in questi casi è più compromesso anche rispetto allo sviluppo motorio primario del bambino; quest'ultimo sarebbe poi, secondo i dati ottenuti nello studio, più elevato nei bambini delle famiglie povere rispetto a quelli provenienti dalle famiglie con reddito più alto..".

(tratto da :" Maternal Depression Linked to Slowed Early Development" - HealthNewsDigest.com - Nov. 2001)

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Marito assente (156491757332)

  sossie, 50 Sono sposata da 25 anni ed ho due splendidi ragazzi di 15 e 11 anni. 10 anni fa dopo la nascita del secondo figlio mio marito di anni 50...

Carla (1564835062431)

  carla, 30 Buongiorno, vi scrivo perché sto veramente male, sono fidanzata da 3 anni col il mio compagno con cui ho avuto una bambina pochi mesi fa ...

Relazione a distanza (15648262…

sara, 22 Salve, avrei un problema che mi blocca da giorni e vorrei un consiglio. Io e il mio ragazzo abbiamo una relazione a distanza da circa un anno (io it...

Area Professionale

Articolo 30 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.30 (compenso professionale), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo se...

Articolo 29 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.29 (uso presidi), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settimana spi...

Articolo 28 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art.28 (vita privata e vita professionale) prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settiman...

Le parole della Psicologia

Belonefobia

La belonefobia è definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata degli aghi e gli spilli, conosciuta anche come aicmofobia o aichmofobia. ...

Gruppi self-help

Strutture di piccolo gruppo, a base volontaria, finalizzate all’aiuto reciproco e al raggiungimento di scopi particolari I gruppi di self-help (definiti anche ...

Effetto Zeigarnik

L’effetto Zeigarnik è uno stato mentale di tensione causato da un compito non portato a termine. L'effetto Zeigarnik descrive come la mente umana ha più faci...

News Letters

0
condivisioni