Pubblicità

Depressione o demenza? Una SPECT aiuta a distinguerle

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1600 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Secondo un articolo del “Journal of Alzheimer's Disease”, il Neuroumaging della diminuzione del flusso sanguigno in regioni specifiche del cervello consente di distinguere tra depressione e disturbi cognitivi (CD).

 

depressione o demenza

Un paziente ha la depressione, un disturbo cognitivo come l’Alzheimer o entrambi?

Dal momento che entrambi i disturbi presentano sintomi sovrapponibili, come può il medico fare una diagnosi appropriata? I ricercatori hanno scoperto che la Tomografia a emissione di fotone singolo, o SPECT, può aiutare nel distinguere tra queste categorie diagnostiche.

Come afferma G. Amen, la questione ha delle implicazioni pratiche, dal momento che le due patologie presentano un trattamento e una prognosi differente. Per tale motivo, è necessario aumentare l’accuratezza diagnostica. Il disturbo cognitivo è presente in molti pazienti depressi, così come la depressione è evidente in molti pazienti affetti da demenza: per questo motivo è difficile distinguere tra queste due diagnosi.

Tradizionalmente, la depressione viene diagnosticata attraverso strumenti come il Beck Depression Inventory. Tuttavia, non è stata riscontrata una differenza statisticamente significativa relativa alla sintomatologia depressiva in pazienti che presentavano depressione e disturbi cognitivi o entrambe le condizioni.

Questo aumenterebbe la difficoltà di distinguere tali disturbi considerando esclusivamente la gravità dei sintomi depressivi.

Raji e colleghi hanno esteso l’approccio al substrato biologico attraverso un metodo di scansione, che permette di evidenziare le basi biologiche dell’invecchiamento.

In uno degli studi più grandi di questo tipo, sono stati esaminati 4.541 soggetti, 847 dei quali avevano una diagnosi di demenza, 3.269 con depressione, e 425 presentavano entrambe le condizioni. Attraverso l’uso della SPECT cerebrale, una tecnica di medicina nucleare che misura il flusso e l'attività del sangue, si è notato come le persone con disturbi cognitivi avevano un flusso ridotto di sangue in più aree del cervello, rispetto a quelli con depressione, soprattutto nell'ippocampo e nei lobi temporale e parietale.

Per concludere, i ricercatori hanno potuto constatare come l’uso della SPECT permetta di distinguere la depressione dal disturbo cognitivo con l'86% di precisione, riconoscere la depressione o la demenza nelle persone con entrambe le patologie con l'83% di precisione.

 

Tratto da: sciencedaily

 

 

(Traduzione ed adattamento a cura della Dottoressa Rubina Auricchio)
 
 
 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: depressione depression diagnosis demenza Alzheimer's disease

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Gerontofilia

Con il termine  gerontofilia (dal greco geron  anziano e philia cioè amore affinità) si indica una perversione sessuale caratterizzata da un'esclusiva attrazione sessuale patologica e specifica verso...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Non riesco ad andare da uno ps…

Sshx, 18 Circa 6 anni fa ho cominciato a presentare dei sintomi che, nel corso del tempo, si sono aggravati progressivamente e che adesso non mi permettono d...

Perdita improvvisa di un genit…

lorena, 26 Salve, innanzitutto ringrazio per questa preziosa opportunità. Scrivo questo messaggio per conto del mio fidanzato, lo stesso ha infatti perso il ...

Disturbo bipolare dell'umore (…

settepassi, 63 Soffro da circa 8 anni di DISTURBO BIPOLARE dell' UMORE, almeno così mi è stato diagnosticato. ...

Area Professionale

Articolo 25 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.25 (uso degli strumenti di diagnosi e di valutazione), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Lear...

Articolo 24 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.24 (Consenso Informato), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settim...

Articolo 23 - il Codice Deonto…

Su Psiconline.it prosegue, a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini, con l'art.23 (compenso professionale) il commento settimanale che spiega ed ap...

Le parole della Psicologia

Effetto Zeigarnik

L’effetto Zeigarnik è uno stato mentale di tensione causato da un compito non portato a termine. L'effetto Zeigarnik descrive come la mente umana ha più faci...

Gruppi self-help

Strutture di piccolo gruppo, a base volontaria, finalizzate all’aiuto reciproco e al raggiungimento di scopi particolari I gruppi di self-help (definiti anche ...

Test di Rorschach

Test proiettivo che consente di tracciare un profilo di personalità attraverso le risposte verbali che un soggetto fornisce a una serie di stimoli ambigui. &...

News Letters

0
condivisioni