Pubblicità

Depressione o demenza? Una SPECT aiuta a distinguerle

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1129 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Secondo un articolo del “Journal of Alzheimer's Disease”, il Neuroumaging della diminuzione del flusso sanguigno in regioni specifiche del cervello consente di distinguere tra depressione e disturbi cognitivi (CD).

 

depressione o demenza

Un paziente ha la depressione, un disturbo cognitivo come l’Alzheimer o entrambi?

Dal momento che entrambi i disturbi presentano sintomi sovrapponibili, come può il medico fare una diagnosi appropriata? I ricercatori hanno scoperto che la Tomografia a emissione di fotone singolo, o SPECT, può aiutare nel distinguere tra queste categorie diagnostiche.

Come afferma G. Amen, la questione ha delle implicazioni pratiche, dal momento che le due patologie presentano un trattamento e una prognosi differente. Per tale motivo, è necessario aumentare l’accuratezza diagnostica. Il disturbo cognitivo è presente in molti pazienti depressi, così come la depressione è evidente in molti pazienti affetti da demenza: per questo motivo è difficile distinguere tra queste due diagnosi.

Tradizionalmente, la depressione viene diagnosticata attraverso strumenti come il Beck Depression Inventory. Tuttavia, non è stata riscontrata una differenza statisticamente significativa relativa alla sintomatologia depressiva in pazienti che presentavano depressione e disturbi cognitivi o entrambe le condizioni.

Questo aumenterebbe la difficoltà di distinguere tali disturbi considerando esclusivamente la gravità dei sintomi depressivi.

Raji e colleghi hanno esteso l’approccio al substrato biologico attraverso un metodo di scansione, che permette di evidenziare le basi biologiche dell’invecchiamento.

In uno degli studi più grandi di questo tipo, sono stati esaminati 4.541 soggetti, 847 dei quali avevano una diagnosi di demenza, 3.269 con depressione, e 425 presentavano entrambe le condizioni. Attraverso l’uso della SPECT cerebrale, una tecnica di medicina nucleare che misura il flusso e l'attività del sangue, si è notato come le persone con disturbi cognitivi avevano un flusso ridotto di sangue in più aree del cervello, rispetto a quelli con depressione, soprattutto nell'ippocampo e nei lobi temporale e parietale.

Per concludere, i ricercatori hanno potuto constatare come l’uso della SPECT permetta di distinguere la depressione dal disturbo cognitivo con l'86% di precisione, riconoscere la depressione o la demenza nelle persone con entrambe le patologie con l'83% di precisione.

 

Tratto da: sciencedaily

 

 

(Traduzione ed adattamento a cura della Dottoressa Rubina Auricchio)
 
 
 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: depressione depression diagnosis demenza Alzheimer's disease

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La parola afefobia, data dall’unione di due...

Le parole della Psicologia

Ecolalia

L'ecolalia è un disturbo del linguaggio che consiste nel ripetere involontariamente, come un'eco, parole o frasi pronunciate da altre persone Si osserva, come stadio normale, nello sviluppo del...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Difficoltà nei rapporti sessua…

Emilio, 20     Salve, sono Emilio, ho 20 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Egocentrismo

L’egocentrismo è l'atteggiamento e comportamento del soggetto che pone se stesso e la propria problematica al centro di ogni esperienza, trascurando la presenza...

Agrafia

Il termine Agrafia deriva dal greco a-grapho (non-scrivo), indica la perdita parziale (paragrafia) o totale della capacità di scrivere, che insieme a quella d...

Gestalt

Con il termine Gestalt si va a designare un importante indirizzo della psicologia moderna, secondo il quale l’esperienza percettiva e per estensione, la vita ps...

News Letters

0
condivisioni