Pubblicità

Depressione o demenza? Una SPECT aiuta a distinguerle

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 2013 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Secondo un articolo del “Journal of Alzheimer's Disease”, il Neuroumaging della diminuzione del flusso sanguigno in regioni specifiche del cervello consente di distinguere tra depressione e disturbi cognitivi (CD).

 

depressione o demenza

Un paziente ha la depressione, un disturbo cognitivo come l’Alzheimer o entrambi?

Dal momento che entrambi i disturbi presentano sintomi sovrapponibili, come può il medico fare una diagnosi appropriata? I ricercatori hanno scoperto che la Tomografia a emissione di fotone singolo, o SPECT, può aiutare nel distinguere tra queste categorie diagnostiche.

Come afferma G. Amen, la questione ha delle implicazioni pratiche, dal momento che le due patologie presentano un trattamento e una prognosi differente. Per tale motivo, è necessario aumentare l’accuratezza diagnostica. Il disturbo cognitivo è presente in molti pazienti depressi, così come la depressione è evidente in molti pazienti affetti da demenza: per questo motivo è difficile distinguere tra queste due diagnosi.

Tradizionalmente, la depressione viene diagnosticata attraverso strumenti come il Beck Depression Inventory. Tuttavia, non è stata riscontrata una differenza statisticamente significativa relativa alla sintomatologia depressiva in pazienti che presentavano depressione e disturbi cognitivi o entrambe le condizioni.

Questo aumenterebbe la difficoltà di distinguere tali disturbi considerando esclusivamente la gravità dei sintomi depressivi.

Raji e colleghi hanno esteso l’approccio al substrato biologico attraverso un metodo di scansione, che permette di evidenziare le basi biologiche dell’invecchiamento.

In uno degli studi più grandi di questo tipo, sono stati esaminati 4.541 soggetti, 847 dei quali avevano una diagnosi di demenza, 3.269 con depressione, e 425 presentavano entrambe le condizioni. Attraverso l’uso della SPECT cerebrale, una tecnica di medicina nucleare che misura il flusso e l'attività del sangue, si è notato come le persone con disturbi cognitivi avevano un flusso ridotto di sangue in più aree del cervello, rispetto a quelli con depressione, soprattutto nell'ippocampo e nei lobi temporale e parietale.

Per concludere, i ricercatori hanno potuto constatare come l’uso della SPECT permetta di distinguere la depressione dal disturbo cognitivo con l'86% di precisione, riconoscere la depressione o la demenza nelle persone con entrambe le patologie con l'83% di precisione.

 

Tratto da: sciencedaily

 

 

(Traduzione ed adattamento a cura della Dottoressa Rubina Auricchio)
 
 
 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: depressione depression diagnosis demenza Alzheimer's disease

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Tradimento e incertezze [16030…

Martinedda, 39 anni Gent.ma Dott.ssa,soffro di ansia e attacchi di panico da quasi 20 anni ed ho avuto in passato un percorso di psicoterapia che mi ha aiu...

fobia per le autostrade [16030…

roberto, 45 anni vorrei conoscere la terapia più adatta per una fobia specifica delle autostrade cronica. ...

Ansia da competizione [1601631…

elisa37, 37 anni Gentili dottori Il mio problema e' un po' imbarazzante, ma un problema che ha sempre fortemente limitato la mia vita e ancora non sono ri...

Area Professionale

Ansia infantile e disturbo da …

Un recente studio ha evidenziato come bambini e adolescenti con livelli più elevati di ansia possono essere maggiormente a rischio di sviluppare problemi di alc...

La Tecnica degli Assi Emoziona…

Perché non esistono Emozioni buone ed Emozioni cattive? di Tiziana Persichetti Auteri “Tutti sanno cosa è un emozione fino a che non si chiede di definirla ...

Conoscere i farmaci: le benzod…

Le benzodiazepine rappresentano una classe di farmaci psicoattivi utilizzati per trattare alcune condizioni come ansia e insonnia. Le benzodiazepine sono uno d...

Le parole della Psicologia

Amaxofobia

L'amaxofobia è il rifiuto di origine irrazionale a condurre un determinato mezzo di trasporto. Può essere dovuta, per esempio, al coinvolgimento diretto o di p...

MUTISMO SELETTIVO

Il "Mutismo Selettivo", è un disordine dell'infanzia caratterizzato dall'uso appropriato del linguaggio in alcune situazioni, in particolare quelle familiari, e...

Psicodramma

Lo Psicodramma è la più antica terapia di gruppo.   Lo psichiatra Jacov Levi Moreno (1889-1974) in un suo lavoro giovanile (1911) e in un suo scritto sul...

News Letters

0
condivisioni