Pubblicità

Depressione post-partum, anche gli uomini piangono

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 396 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

 

Il fenomeno che in inglese coincide con l'espressione “baby blues”, ovvero la depressione post-partum, non riguarda solo le donne, ma anche i papà. A dirlo sono due diverse ricerche sull'argomento che hanno preso in esame vasti campioni di popolazione.

Il primo, del Medical Research Council di Londra e pubblicato su Archives of Pediatrics & Adolescent Medicine, ha analizzato i dati di quasi 87.000 famiglie fra il 1993 e il 2007, giungendo alla conclusione che il tasso di depressione era del 7,53 per cento l'anno fra le donne e del 2,69 fra gli uomini.

Il periodo più rischioso è quello relativo al primo anno di vita del bambino. I ricercatori inglesi sottolineano la maggior probabilità di incappare in una depressione post-partum per quei genitori che hanno difficoltà economiche e di inserimento sociale e per le coppie giovani.

L'altra ricerca, pubblicata sulla rivista Journal of the American Medical Association, traccia un bilancio più ottimista: solo un neo-papà su dieci soffrirebbe infatti di depressione prima e dopo il parto.

 

Tratto da: "italiasalute. it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione
in Psicoterapia adatta alle tue esigenze?
O quella più vicina al tuo luogo di residenza?
Cercala su

logo.png

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Paranoia

La paranoia è una psicosi caratterizzata dallo sviluppo di un delirio cronico (di grandezza, di persecuzione, di gelosia, ecc.), lucido, sistematizzato, dotat...

L’adolescenza

L'adolescenza (dal latino adolescentia, derivato dal verbo adolescĕre, «crescere») è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dallo stato...

Schema corporeo

  Il termine schema corporeo definisce una rappresentazione cognitiva inconsapevole della posizione e dell'estensione del corpo nello spazio e dell'organi...

News Letters

0
condivisioni