Pubblicità

Diagnosi e trattamento del disturbo bipolare

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 529 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Il disturbo bipolare, conosciuto anche come disturbo manico-depressivo, viene solitamente diagnosticato sulla base dei sintomi che interessano soprattutto il cambiamento dell’umore come anche altri segnali che riguardano la difficoltà nell’addormentamento, l’irrequietezza, il bisogno di agire, l’eloquio accelerato, etc..A volte questi sintomi possono essere scambiati per quadri clinici differenti, di tipo ansioso o depressivo, o anche come stati psichici influenzati da un surplus di energia creativa; ma il mancato riconoscimento della patologia bipolare sottostante può avere conseguenze molto negative e non sono infrequenti i casi di suicidio in questo tipo di disturbo. “Il disturbo bipolare riguarda circa due milioni e mezzo di persone negli Stati Uniti - dice la dr.ssa Lydia Lewis, responsabile della National Depressive and Maniac-Depressive Association (NMDA) – ed in questi casi è fondamentale effettuare delle diagnosi corrette fin dal principio per evitare esiti potenzialmente fatali dovuti all’intensificarsi del disturbo..”.

Per questo motivo la NMDA ha recentemente sviluppato un programma basato sul fornire una migliore conoscenza della patologia in questione attraverso informazioni e consigli alle famiglie con persone che soffrono di tali disturbi.

”Questo aiuto è diretto a fornire una migliore conoscenza dei sintomi e a favorire un’iniziale comunicazione sui vissuti psicologici da parte dei soggetti che ne soffrono e dei loro famigliari - dice la dr.ssa Lewis- con l’obbiettivo primario di effettuare un’accurata diagnosi per poter in seguito intervenire con i trattamenti più adeguati al caso..Spesso, infatti, non è il soggetto ma i suoi famigliari e gli amici ad accorgersi per primi dei cambiamenti psicologici in atto..”.

La diagnosi precoce ed il trattamento psicologico e farmacologico fin dalle prime evidenze del disturbo rappresentano le risorse migliori per fronteggiare queste situazioni , in cui – secondo stime riferite alla popolazione statunitense – la percentuale di tentativi di suicidio è molto elevata (oltre il 30% dei soggetti diagnosticati) e molto alta è anche quella relativa al consumo di alcool e droghe (circa il 50% ).

(tratto da:”Diagnosing and Treating Bipolar Disorder” - HealthNewsDigest.com – Dec.2001)

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ragazzo insicuro e con ansia d…

Annie, 27 anni       Buonasera! In psicologia, i cinque fattori che elencherò possono essere correlati l'uno all'altro oppure no?* Ansia d...

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Sto bene da solo  [16102359254…

 Zeno, 30 anni     Buonanotte, sono sempre stato ansioso e poco socievole ma ultimamente sento che questo problema si è esarcerbato,spesso ...

Area Professionale

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Le parole della Psicologia

Training Autogeno

Il training autogeno nasce come tecnica ideata da J.H. Schultz, neurologo e psichiatra.Training significa “allenamento”, autogeno “che si genera da sé”; ciò dif...

Angoscia

« Con il termine angoscia non intendiamo quell'ansietà assai frequente che in fondo fa parte di quel senso di paura che insorge fin troppo facilmente. L'angosci...

Androfobia

L’androfobia rientra nella grande categoria delle fobie e viene definita come paura degli uomini. Nelle femmine questa paura tende a determinare un’avversione p...

News Letters

0
condivisioni