Pubblicità

Differenze di genere negli effetti dell’alcol sul "Sistema della Ricompensa" del cervello

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1445 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Un nuovo studio ha scoperto che l'alcolismo può avere effetti differenti sul “Sistema della Ricompensa” nel cervello delle donne rispetto a quello degli uomini.

differenze di genere negli effetti dellalcol

I ricercatori del Massachusetts General Hospital (MGH) e della School of Medicine di Boston University (BUSM) hanno riferito che le strutture del “Sistema della Ricompensa” sono più grandi nelle donne alcoliste rispetto a quelle delle donne non alcoliste.

La ricerca, inoltre, ha confermato studi precedenti che hanno provato che le stesse strutture erano più piccole negli uomini alcolisti rispetto agli uomini non alcolisti.

Lo studio, che ha coinvolto individui attualmente in astinenza con una storia di disturbi causati dall’abuso di alcol a lungo termine, ha anche permesso di individuare un'associazione negativa tra la durata della sobrietà e la dimensione dei ventricoli cerebrali pieni di fluido, suggerendo un potenziale recupero generale del cervello dagli effetti dell'alcolismo.

"Fino ad ora, si hanno poche evidenze sul volume delle aree del “Sistema della Ricompensa” nelle donne alcoliste, dal momento che tutti gli studi precedenti sono stati condotti sugli uomini", ha dichiarato il ricercatore Gordon Harris. Inoltre, tali risultati suggeriscono che potrebbe essere utile considerare approcci specifici di genere nel trattamento dell’alcolismo.

Il “Sistema della Ricompensa” del cervello è un insieme di strutture - tra cui l'amigdala e l'ippocampo - che rafforzano esperienze positive, sono coinvolte nella memoria e nei processi decisionali complessi e sono implicati nello sviluppo di disturbi da uso di sostanze.

Poiché esistono notevoli differenze tra i profili psicologici e comportamentali delle donne e degli uomini con alcolismo (le donne tendono ad avere livelli più elevati di ansia, mentre gli uomini hanno maggiori probabilità di mostrare tratti antisociali) questo studio è stato progettato per indagare se le differenze nel “Sistema della Ricompensa” associate all’alcolismo individuate negli uomini, possono essere anche osservate nelle donne.

Lo studio ha previsto il reclutamento di 60 partecipanti con storie di alcolismo a lungo termine - 30 donne e 30 uomini - e un gruppo equivalente di volontari non alcolisti.

Pubblicità

I partecipanti alcolisti erano in astinenza per un periodo di tempo che andava dalle quattro settimane ai 38 anni. I soggetti hanno, inoltre, completato storie mediche dettagliate e sono stati sottoposti a valutazioni neuropsicologiche prima di effettuare scansioni cerebrali di MRI, analizzate sia in relazione al cervello in generale, che alle strutture del circuito della ricompensa.

Replicando i risultati di studi precedenti, è emerso che le dimensioni medie delle strutture del circuito della ricompensa degli alcolisti erano del 4,1% più piccole di quelle dei non alcolisti. Inoltre, nelle donne, le dimensioni medie delle stesse strutture erano del 4,4% più alte delle donne alcoliste.
 
Mentre fattori, quali la durata e l’intensità dell’consumo di alcol, sembrano rafforzare questi effetti specifici per il genere, il team di ricerca ha affermato che lo studio non può determinare se queste differenze precedono o siano causate dallo sviluppo della dipendenza.

Tra i partecipanti con alcolismo - sia donne che uomini - ogni anno di sobrietà è stato associato ad una diminuzione dell'1,8% delle dimensioni dei ventricoli, suggerendo un possibile recupero dagli effetti dannosi dell'alcoolismo sul cervello.

Gli autori stanno pensando di prendere in considerazione in maniera più dettagliata, in futuro, l’impatto dei fattori quali l’intensità del consumo d’alcol e la durata della sobrietà su specifiche strutture cerebrali, indagando se le differenze osservate in questo e nei precedenti studi possano essere associate al sesso.

 

 

Tratto da: psychcentral

 

 

(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa Rubina Auricchio)

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

 

Tags: alcolismo sistema della ricompensa

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Problematiche relazionali [160…

m, 20 anni Salve, recentemente dei Miei amici mi hanno detto che dovrei vedere un terapeuta perché secondo loro ho dei problemi a capire come relazionarmi ...

Genitori che non ti accettano …

alice, 25 anni Buongiorno,scrivo perchè mi trovo in una situazione veramente difficile e ho bisogno di un consiglio. Dalla tarda adolescenza non sono mai a...

Attacco di panico [16046547539…

NoNickname1, 18 anni Sono in un periodo difficile. ...

Area Professionale

Il disturbo pedofilico

Secondo il DSM-5 i criteri per diagnosticare ciò che prende il nome di disturbo pedofilico sono definiti come esperienze ricorrenti di eccitazione sessuale inte...

La psicologia forense

La psicologia forense, come definita dall'American Psychological Association è l'applicazione delle specialità cliniche al campo legale. La professione dello p...

Depressione adolescenziale e t…

Secondo un'analisi della letteratura, tra gli approcci psicoterapeutici che mostrano una certa efficacia nella gestione e trattamento della depressione adolesce...

Le parole della Psicologia

Mania

L. Binswanger (Melanconia e mania, 1960) ha messo in evidenza come nella mania vi sia una destrutturazione della dimensione temporale della vita psichica che no...

Dejà vu - Dejà vecu

Da due secoli, il fenomeno del "déjà-vu" affascina il mondo della scienza ed è stato oggetto di numerose interpretazioni, dalle più strampalate, che gli attribu...

Cherofobia

Il termine cherofobia deriva dal greco chairo “rallegrarsi” e phobia “paura”. La cherofobia o "edonofobia",  può essere definita come l’avversione patologi...

News Letters

0
condivisioni