Pubblicità

Differenze di genere nella propensione al rischio

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 153 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

Gli studi hanno mostrato che le donne sono più avverse al rischio rispetto agli uomini.

rischio genere news

Questo è dovuto, secondo gli studiosi, alla tendenza femminile nel percepire il rischio come un modello "tutto o niente".

Le differenze di genere nell'avversione al rischio sono sviluppate dalla cultura, ma possono essere modificate. "Lo sviluppo sociale è estremamente importante nel formare l'avversione al rischio. Se noi insegniamo alle ragazze che dovrebbero essere amanti del rischio, forse questo potrebbe cambiare i loro processi decisionali futuri" ha spiegato Elaine Liu, professoressa associata di economia ed autrice dell'articolo.

Lo studio è stato pubblicato sul giornale "Proceedings of the National Academy of Sciences". Liu e la co-autrice Sharon Xuejing Zuo della Fudan University, hanno osservato i comportamenti di bambini di due culture educazionali differenti: la cultura matrilineare Mosuo e quella patriarcale tradizionale Han.

All'inizio della scuola elementare, le ragazze Mosuo erano più propense al rischio rispetto ai bambini Mosuo, mentre le ragazze Han erano meno tendenti al rischio rispetto ai ragazzi Han. Ma qualcosa è iniziato a cambiare quando i bambini hanno iniziato ad interagire con gli altri di culture diverse.

Le ragazze Mosuo sviluppavano una maggiore avversione al rischio, mentre le ragazze Han diventavano più amanti del rischio. "Abbiamo trovato una convergenza. L'influenza dell'interazione tra le due culture è stata significativa e la distanza nei comportamenti delle diverse bambine si assottiglierebbe se passassero ancora più tempo insieme" ha spiegato Liu.

Pubblicità

I ricercatori hanno studiato i bambini delle scuole elementari e medie; Liu ha spiegato che non è chiaro se questi cambiamenti possano mantenersi una volta tornati ai loro villaggi. Liu e Zuo sperano di poter lanciare uno studio a lungo termine per determinare se il cambiamento nei comportamenti di rischio sia permanente.

I ricercatori hanno studiato i comportamenti di rischio degli studenti attraverso un gioco stile lotteria, offrendo agli studenti sei scelte da un pagamento garantito di 3 yuan ad un 50% di possibilità di vincere 10 yuan o niente. I 10 yuan permettevano ai bambini di comprare 5 notebook o 5 ghiaccioli; l'importo del premio era scelto dopo la consultazione con gli addetti scolastici.

Liu e Zuo hanno condotta la ricerca a Yunnan, una provincia del sudest della Cina, poichè è uno pochi posti in cui i bambini di culture diverse (aventi norme sociali differenziate per genere) frequentano la stessa scuola. Liu ha spiegato che una ricerca di base sull'ipotesi che l'avversione al rischio possa essere mutabile nell'età adulta, dovresse essere applicabile a tutte le culture.

"Le norme di genere sono lente a cambiare, ma ci sono influenze sociali che possono giocare un ruolo su come si formano i comportamenti. La propensione al rischio può avere anche effetti dannosi ma non deve presentarsi come un eccesso. Credo che ci sia bisogno di strumenti per far capire alle bambine e ragazze che prendere un rischio non sia per forza una decisione negativa" ha concluso Liu.

 

 

Tratto da Sciencedaily

 

 

(Traduzione ed adattamento a cura del Dottor Claudio Manna)

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: rischio differenze di genere news di psicologia norme sociali avversione al rischio propensione al rischio

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Difficoltà nello studio per un…

Annesin, 75 Gentili Signori,ho bisogno di un consiglio, perché vorrei dare una mano a una persona a me cara per un problema piccolo, ma che la inquieta per g...

Depressione (1557401609185)

Victoria, 22 Mi sveglio già stanca, da troppo tempo ormai, quasi da sempre. Mio padre è tornato a casa ieri sera, ha iniziato a sistemare la spesa in cucina ...

Ipocondria (1556980274713)

 Kiki, 30 Salve,Avrei bisogno di un consulto riguardo una persona a me molto vicina e molto cara, la quale soffre di ipocondria. Fortunatamente non ha...

Area Professionale

Articolo 18 - il Codice Deonto…

Su Psiconline.it proseguiamo, con il commento all'art.18 (libertà di scelta), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo sett...

Articolo 17 - il Codice Deonto…

Anche questa settimana proseguiamo su Psiconline.it, con l'art.17 (segreto professionale e tutela della Privacy), il lavoro di analisi e commento, a cura d...

Articolo 16 - il Codice Deonto…

Su Psiconline.it proseguiamo, con il commento all'art.16 (comunicazioni scientifiche e anonimato), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini ch...

Le parole della Psicologia

Psicosomatica

La psicosomatica è una branca della psicologia che ha  lo scopo di identificare  la connessione tra un disturbo somatico e la sua natura psicologica. ...

La vecchiaia

Il passaggio dalla mid-life alla vecchiaia è al giorno d’oggi più sfumato e graduale che nel passato, a causa dell’aumento della durata media della vita, del pr...

Psicologia

La psicologia è una scienza che studia i processi psichici, consci e inconsci, cognitivi (percezione, attenzione, memoria, linguaggio, pensiero ecc.) e dinamici...

News Letters

0
condivisioni