Pubblicità

Difficult to Quit Smoking? Study Blames the Brain

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 230 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Brain scans of smokers studied by researchers at Duke University revealed three regions deep within the brain that appear to control dependency on nicotine and craving for cigarettes. These regions play important roles in some of the key motivations for smoking: to calm down when stressed, to achieve pleasure and to help concentration.

"If you can't calm down, can't derive pleasure and can't control yourself or concentrate, then it will be extremely difficult for you to break the habit," said lead study investigator Dr. Jed E. Rose, director of the Duke Center for Nicotine and Smoking Cessation Research. "These brain regions may explain why most people try to quit several times before they are successful. "Understanding how the brain responds to cigarette cravings can help doctors change nicotine cessation treatments to address all three of these components of withdrawal, Rose said. Drugs or therapies that target these regions may help smokers stave off the cravings that often spoil their attempts to quit.

Tratto da "Psycport.com"- prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Amaxofobia

L'amaxofobia è il rifiuto di origine irrazionale a condurre un determinato mezzo di trasporto. Può essere dovuta, per esempio, al coinvolgimento diretto o di p...

Pediofobia

La pediofobia è definita come una paura persistente, incontrollata e ingiustificata nei confronti di bambole e burattini. Da sempre infatti le bambole sono usa...

I ricordi flashbulb

Le flashbulb memories (FBM o ricordi flashbulb) sono state definite per la prima volta da Brown e Kulik nel 1977 come ricordi fotografici vividi, dettagliati e ...

News Letters

0
condivisioni