Pubblicità

Dimmi come lavori e ti dirò se (e come) ti “esaurirai”

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 327 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Pur di non andare a lavorare si farebbero carte false. Perché le ore in ufficio lasciano stremati e senza forze, di cattivo umore, regalando un malessere che proprio non passa. Si sente così chi è in pieno “burnout” da lavoro: un termine inglese che indica il sovraffaticamento ma fa capire bene quanto ci si possa sentire “bruciati” ed esauriti quando arriviamo a detestare il lavoro, che volenti o nolenti occupa la maggiora parte delle nostre vite.

 

 

Ora un'indagine dello spagnolo Aragon Institute of Health Sciences dimostra che esistono tre diversi tipi di “burnout”, riconoscibilissimi facendo attenzione a come ci comportiamo sul lavoro e considerando altri semplici parametri.
Secondo i dati, raccolti su circa 400 impiegati dell'università di Saragozza e pubblicati sulla rivista BMC Psychiatry, è infatti possibile capire a che tipo di sovraffaticamento andremo incontro valutando elementi sociodemografici e della nostra vita lavorativa. I “profili” di sindrome da burnout sono tre: i frenetici, i “consumati”, i sottoutilizzati.

 

 

Tratto da: "corriere.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Marito assente (156491757332)

  sossie, 50 Sono sposata da 25 anni ed ho due splendidi ragazzi di 15 e 11 anni. 10 anni fa dopo la nascita del secondo figlio mio marito di anni 50...

Carla (1564835062431)

  carla, 30 Buongiorno, vi scrivo perché sto veramente male, sono fidanzata da 3 anni col il mio compagno con cui ho avuto una bambina pochi mesi fa ...

Relazione a distanza (15648262…

sara, 22 Salve, avrei un problema che mi blocca da giorni e vorrei un consiglio. Io e il mio ragazzo abbiamo una relazione a distanza da circa un anno (io it...

Area Professionale

Articolo 30 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.30 (compenso professionale), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo se...

Articolo 29 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.29 (uso presidi), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settimana spi...

Articolo 28 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art.28 (vita privata e vita professionale) prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settiman...

Le parole della Psicologia

Sindrome di Stoccolma

Con l'espressione Sindrome di Stoccolma si intende un particolare stato di dipendenza psicologica e/o affettiva che si manifesta in alcuni casi in vittime di ep...

Barbiturici

Con il termine Barbiturici si indica quella classe di farmaci anestetici, antiepilettici ed ipnotici, derivati dall’acido barbiturico (o malonilurea), che hanno...

Abulia

abulia deriva Dal greco a-bule (non – volontà) indica uno stato soggettivo di mancanza o perdita della volontà. L'abulia si riferisce sia ad un disturbo dell’a...

News Letters

0
condivisioni