Pubblicità

Dipendenza da Internet, al Gemelli il primo centro per curare i drogati di web

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 411 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Restavo a casa incollato al pc invece di andare a scuola. Giocavo fino a notte fonda e non mi staccavo neanche per andare in bagno». Luca (nome di fantasia) si muove nervosamente fra i corridoi del primo ambulatorio aperto in Italia che cura la dipendenza da internet al policlinico Gemelli. Per raccontare la sua storia preferisce utilizzare una mail. Lo schermo è stato per tutta l’adolescenza il suo unico rifugio e riparo e, nonostante abbia deciso di chiedere aiuto al centro, ancora non riesce a distaccarsene.

 

 

«Ho toccato il fondo. Dietro quella voglia di collegarmi a internet ed entrare in un altro mondo, ora penso ci sia stato un vuoto di sentimenti».
Come Luca sono oltre trecento le persone che dal novembre 2009 hanno fatto i conti con la loro dipendenza e si sono rivolte all’équipe specializzata guidata da Federico Tonioni. «Il 90% dei nostri pazienti ha meno di 30 anni – sottolinea lo psichiatra -. Quasi tutti frequentano ossessivamente i social network e hanno sviluppato una forte assuefazione ai giochi on line». Per loro il centro è diventato l’ultimo appiglio per «uscire dalla rete». «Molti ragazzi hanno smesso di andare a scuola – ricorda Tonioni -.

 

 

Tratto da: "corriere.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo


0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (156328344573…

la vita è un caos, 17 Salve, siamo due sorelle di 17 anni e sono ormai 4 anni che nostra madre ha divorziato con nostro padre e dopo poco tempo ha conosciuto...

Non riesco ad andare da uno ps…

Sshx, 18 Circa 6 anni fa ho cominciato a presentare dei sintomi che, nel corso del tempo, si sono aggravati progressivamente e che adesso non mi permettono d...

Perdita improvvisa di un genit…

lorena, 26 Salve, innanzitutto ringrazio per questa preziosa opportunità. Scrivo questo messaggio per conto del mio fidanzato, lo stesso ha infatti perso il ...

Area Professionale

Articolo 26 - il Codice Deonto…

Con il commento all'articolo 26 (utenza e conflitti personali) prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settiman...

La rilevazione del trauma al T…

Il Test del Villaggio e la sua costruzione possono idealmente inscriversi in una spirale aurea sulla quale vengono declinate le diverse fasi di vita, dalla nasc...

Articolo 25 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.25 (uso degli strumenti di diagnosi e di valutazione), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Lear...

Le parole della Psicologia

Idrofobia

L'idrofobia, chiamata anche in alcuni casi talassofobia, è definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata per i liquidi, in particolare dell’acq...

Insonnia

L'insonnia è un disturbo caratterizzato dall'incapacità di prendere sonno, nonostante ce ne sia il reale bisogno fisiologico. ...

Acrofobia

L'acrofobia è definita come una paura dell'altezza. A differenza di una fobia specifica come l'aerofobia, ossia la paura di volare, l'acrofobia può generare uno...

News Letters

0
condivisioni