Pubblicità

Distribuzione di farmaci con precisione millimetrica al cervello

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 131 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Le onde ultrasoniche mirate aiutano i ricercatori a fornire farmaci al cervello con precisione millimetrica, in altre parole solo dove si desidera il loro effetto.

Distribuzione di farmaci con precisione millimetrica al cervello

Questo metodo è impostato per consentire il trattamento di disturbi psichiatrici e neurologici e tumori con minori effetti collaterali in futuro.I ricercatori dell'ETH di Zurigo hanno sviluppato un metodo per concentrare e rilasciare farmaci nel cervello con estrema precisione. Ciò potrebbe rendere possibile in futuro la somministrazione di farmaci psichiatrici e antitumorali e altri farmaci solo a quelle regioni del cervello in cui ciò è clinicamente desiderabile.


Oggi questo è praticamente impossibile: i farmaci che viaggiano attraverso il flusso sanguigno raggiungono l'intero cervello e il corpo, il che in alcuni casi causa effetti collaterali.

Il nuovo metodo è non invasivo, con un'erogazione precisa del farmaco nel cervello controllata dall'esterno della testa mediante ultrasuoni. Mehmet Fatih Yanik, professore di neurotecnologia, e il suo team di scienziati hanno pubblicato i loro risultati sulla rivista Nature Communications.

Per impedire che un farmaco agisca su tutto il cervello e il corpo, il nuovo metodo coinvolge speciali trasportatori di farmaci che avvolgono i farmaci in vescicole lipidiche sferiche attaccate a microbolle sensibili agli ultrasuoni contenenti gas.

Questi vengono iniettati nel flusso sanguigno, che li trasporta al cervello. Successivamente, gli scienziati utilizzano onde ultrasoniche focalizzate in un processo a due fasi.

L'ecografia focalizzata è già impiegata in oncologia per distruggere il tessuto canceroso in punti del corpo ben definiti. Nella nuova invenzione, tuttavia, gli scienziati lavorano con livelli di energia molto più bassi, che non danneggiano il tessuto.

Intrappolare farmaci con onde sonore

Nella prima fase, gli scienziati usano onde ultrasoniche a bassa energia per indurre i trasportatori di farmaci ad aggregarsi nel sito desiderato all'interno del cervello.

"Quello che stiamo facendo è utilizzare impulsi di ultrasuoni essenzialmente per creare una gabbia virtuale dalle onde sonore intorno al sito desiderato. Mentre il sangue circola, fa scorrere i trasportatori di farmaci attraverso l'intero cervello. Ma quelli che entrano nella gabbia non possono torna indietro ", spiega Yanik.

Pubblicità


Nella seconda fase, i ricercatori utilizzano un livello più elevato di energia ultrasonica per far vibrare i trasportatori di farmaci in questo sito. Le forze di taglio distruggono le membrane lipidiche attorno ai farmaci, rilasciando le sostanze per essere assorbite dal tessuto nervoso presente nel sito.

I ricercatori hanno dimostrato l'efficacia del nuovo metodo in esperimenti sui ratti. Per prima cosa hanno incapsulato un farmaco neuroinibitore nei carriers del farmaco.

Quindi, utilizzando la nuova tecnica, hanno bloccato con successo una specifica rete neurale che collega due aree del cervello. Gli scienziati sono stati in grado di dimostrare negli esperimenti che solo questa particolare parte della rete neuronale era bloccata e che il farmaco non agiva sull'intero cervello.

Distribuzione dei farmaci più efficiente

"Poiché il nostro metodo aggrega i farmaci nel sito nel cervello in cui si desidera il loro effetto, non abbiamo bisogno di una dose così alta", dice Yanik. Nei loro esperimenti sui ratti, ad esempio, la quantità di farmaco che hanno usato era 1.300 volte inferiore alla dose tipica necessaria.

Altri gruppi di ricerca hanno già provato a utilizzare gli ultrasuoni focalizzati per migliorare la somministrazione di farmaci a specifiche regioni del cervello.

Tuttavia, questi approcci non potevano intrappolare e concentrare i farmaci a livello locale e si basavano invece sul causare danni locali alle cellule dei vasi sanguigni al fine di aumentare il trasporto dei farmaci dal sangue al tessuto nervoso con conseguenze dannose potenzialmente a lungo termine.

"Nel nostro approccio, la barriera fisiologica tra il flusso sanguigno e il tessuto nervoso rimane intatta", dice Yanik.

Gli scienziati stanno attualmente testando l'efficacia del loro metodo in modelli animali di malattia mentale, ad esempio per ridurre l'ansia, i disturbi neurologici e per colpire i tumori cerebrali letali che sono chirurgicamente inaccessibili.

Una volta che la sua efficacia e i suoi vantaggi saranno stati confermati negli animali, i ricercatori saranno in grado di far avanzare l'applicazione del metodo per alleviare la sofferenza negli esseri umani.

Questo progetto è stato finanziato nell'ambito del programma di ricerca e innovazione Horizon 2020 dell'Unione Europea.

 

Reference:

  • Mehmet S. Ozdas, Aagam S. Shah, Paul M. Johnson, Nisheet Patel, Markus Marks, Tansel Baran Yasar, Urs Stalder, Laurent Bigler, Wolfger von der Behrens, Shashank R. Sirsi, Mehmet Fatih Yanik. Non-invasive molecularly-specific millimeter-resolution manipulation of brain circuits by ultrasound-mediated aggregation and uncaging of drug carriers. Nature Communications, 2020; 11 (1) DOI: 10.1038/s41467-020-18059-7

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

sono dubbiosa sul futuro di mi…

lucia, 60 anni Buongiorno , mi presento , sono una mamma sessantenne e ho due figli maschi di 43 anni uno e l'altro di 34 anni . Devo dire che sono stata u...

Ansiosa [1603834827112]

mirca, 66 anni Ho un marito sulla sedia a rotelle invalido. Io lo seguo tutto il giorno e faccio una vita faticosa visto che lui è anche obeso e con varie ...

Tradimento e incertezze [16030…

Martinedda, 39 anni Gent.ma Dott.ssa,soffro di ansia e attacchi di panico da quasi 20 anni ed ho avuto in passato un percorso di psicoterapia che mi ha aiu...

Area Professionale

Ansia infantile e disturbo da …

Un recente studio ha evidenziato come bambini e adolescenti con livelli più elevati di ansia possono essere maggiormente a rischio di sviluppare problemi di alc...

La Tecnica degli Assi Emoziona…

Perché non esistono Emozioni buone ed Emozioni cattive? di Tiziana Persichetti Auteri “Tutti sanno cosa è un emozione fino a che non si chiede di definirla ...

Conoscere i farmaci: le benzod…

Le benzodiazepine rappresentano una classe di farmaci psicoattivi utilizzati per trattare alcune condizioni come ansia e insonnia. Le benzodiazepine sono uno d...

Le parole della Psicologia

Dipendenza

La dipendenza è una condizione di bisogno incoercibile di uno specifico comportamento o di una determinata sostanza (stupefacenti, farmaci, alcol, shopping, Int...

L’adolescenza

L'adolescenza (dal latino adolescentia, derivato dal verbo adolescĕre, «crescere») è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dallo stato...

Suicidio

Per suicidio (dal latino suicidium, sui occido, uccisione di se stessi) si intende l'atto con il quale un individuo si procura volontariamente e consapevolmente...

News Letters

0
condivisioni