Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Disturbi alimentari nel sonno

on . Postato in News di psicologia | Letto 270 volte

Il disturbo alimentare notturno sonno-correlato (“Nocturnal Sleep-related Eating Disorder” secondo la terminologia scientifica di lingua anglosassone) è una condizione patologica ancora poco studiata dello stato di sonno che si associa ad una alterazione della condotta alimentare. La sindrome, conosciuta in seguito come “Night –Eating Syndrome”, fu diagnosticata per la prima volta nel 1955, ma ci sono stati pochi studi da allora sull’argomento. In questo disturbo, che richiama per certi versi quello ben più conosciuto delle condotte bulimiche, i soggetti si svegliano dal sonno per mangiare in maniera compulsiva grandi quantità di cibo, ma spesso in uno stato di coscienza alterato simile al sonnambulismo, per cui non si ha il ricordo di quanto accaduto al risveglio.

Si stima che circa l’1,5 % degli americani soffra di questo disturbo, che interessa prevalentemente individui con problemi di obesità e sovrappeso; circa il 10% dei soggetti che cercano aiuto nei centri di dimagramento per problemi di obesità, ed oltre il 25% di quanti richiedono interventi chirurgici per motivi di obesità presentano questo disturbo.

Permangono però ancora dei dubbi nell’ambiente scientifico e medico sul modo in cui inquadrare clinicamente questa condizione, cioè se privilegiare l’aspetto della alterazione della condotta alimentare o quello relativo alla sfera del sonno. Alcune ipotesi collegano la sindrome da alimentazione notturna ad altre alterazioni specifiche del sonno, dovute per es. ad irrequietezza notturna (conosciuta anche come “sindrome di irrequietezza delle gambe”) oppure a fenomeni di apnea nel sonno, che determinerebbero i risvegli parziali dei soggetti con conseguente focalizzazione della tensione interna sull’assunzione di cibo in maniera compulsiva ma scarsamente cosciente.

Tratto da:” Night-Eating Syndrome: Much More Than Midnight Snacks” - HealthScout – Jul.02

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

dipendenza da chat (1511886186…

Mau, 38     Buongiorno, sono un ragazzo gay, ho 38 anni ed ho una relazione da 4 anni con il mio compagno; l' unico se possiamo dire "neo" che c...

Abuso narcisistico in famiglia…

Apocalisse, 38     Cinque anni fa ho perso mia madre di un grave e raro tumore all'intestino. La sua perdita ha generato un totale disfacimento ...

La danza, da passione a ladra …

Francesca, 29     Buongiorno,all'età di 7 anni ho iniziato a frequentare un corso di danza classica, amatoriale, da quel momento non ho mai più s...

Area Professionale

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

Le parole della Psicologia

La Dislessia

I DSA sono disturbi del neurosviluppo che riguardano la capacità di leggere, scrivere e calcolare in modo corretto e fluente che si manifestano con l'inizio del...

Psicosi

Il termine Psicosi è stato introdotto nel 1845 da von Feuchtersleben con il significato di "malattia mentale o follia". Esso è un disturbo psichiatrico e descr...

Illusioni

Il termine illusione (dal latino illusio, derivato di illudere, "deridere, farsi beffe") indica, in genere, quelle percezioni reali, falsate dall'intervento di ...

News Letters