Pubblicità

Disturbi del comportamento alimentare, sotto accusa alcuni recettori nel cervello

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 356 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Chi soffre di disturbi del comportamento alimentare come per esempio anoressia e bulimia, potrebbe avere qualcosa in comune: un funzionamento improprio dei recettori dei cannabinoidi che si trovano nel cervello, i quali provocherebbero un deficit di endocannabinoidi.
Sostanze prodotte dal cervello, gli endocannabinoidi agiscono sulle funzioni e la chimica del cervello in modo simile a quanto avviene con i derivati della cannabis come, per esempio, marijuana e hashish. Il ruolo di queste sostanze è ben noto nello stimolare l’appetito.

 

 

Lo studio, pubblicato su Biological Psychiatry, mette dunque in evidenza come un funzionamento anomalo di questi recettori possa contribuire allo sviluppo di determinati disturbi del comportamento alimentare.
Per arrivare alle loro conclusioni, i ricercatori hanno eseguito delle scansioni PET (Positron Emission Tomography) in un gruppo di donne affette da bulimia o anoressia, e in un altro gruppo di donne sane, per poi confrontarle. L’idea era quelle di valutare se vi fosse una differenza nella densità degli endocannabinoidi nei due gruppi di donne – questi recettori sono altrimenti detti “CB1R”.

 

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Relazione di coppia patologica…

Matilde, 39     Salve, da qualche anno convivo con un uomo che giunti al secondo anno si è trasformato. Inizialmente ero un po' più fredda io for...

Complesso di inferiorità (1548…

Maria, 24     Sono una ragazza di 24 anni neolaureata, mi sono trasferita a Milano per un master dove attualmente convivo con il mio fidanzato, a...

Tradimento e sofferenza (15486…

Eva, 39     Dopo 12 anni di matrimonio totalizzante e meraviglioso, ho improvvisamente tradito mio marito, una cosa che non avrei mai e poi mai c...

Area Professionale

Articolo 4 - il Codice Deontol…

Articolo 4 Nell’esercizio della professione, lo psicologo rispetta la dignità, il diritto alla riservatezza, all’autodeterminazione ed all’autonomia di coloro ...

Che cos’è il Test del Villaggi…

Il test del Villaggio è un reattivo psicodiagnostico che può essere somministrato ai bambini, agli adolescenti, agli adulti, alle coppie, alla coppia genitore-b...

Articolo 3 - il Codice Deontol…

Articolo 3 Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’indiv...

Le parole della Psicologia

Complesso di Edipo

Il nome deriva dalla leggenda di Edipo, re di Tebe, che, inconsapevolmente, uccide il padre Laio e sposa la madre Giocasta. Nella teoria psicoanalitica, indica...

Sentimento

Il sentimento è quella risonanza affettiva, meno intensa della passione e più duratura dell’emozione, con cui il soggetto vive i suoi stati soggettivi e gli asp...

I gruppi Balint

I gruppi Balint iniziarono verso la fine degli anni ’40 quando fu chiesto a Michael e a Enid Balint di fornire ai medici generici una formazione psichiatrica pe...

News Letters

0
condivisioni