Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Disturbi sessuali femminili? Un'invenzione creata dalle case farmaceutiche

on . Postato in News di psicologia | Letto 246 volte

I disturbi sessuali femminili? Un'invenzione creata ad arte da case farmaceutiche con la complicità di specialisti consenzienti, affamati di denaro e notorietà
Questa, in sintesi, la tesi di un articolo fortemente provocatorio pubblicato dal prestigioso British Medical Journal.

L'organo dell'associazione dei medici britannici riporta un'inchiesta di Ray Moynihan, giornalista australiano che corrobora le proprie affermazioni con studi e pareri di esperti statunitensi di diverse università. Le industrie farmaceutiche, secondo Moynihan, avrebbero sponsorizzato la «creazione» di un nuovo disordine medico, la cosiddetta disfunzione sessuale femminile, con il preciso scopo di aprire anche alle donne un mercato molto redditizio finora riservato ai soli uomini: quello dei medicinali contro le 'defaillance' sotto le lenzuola.

Pietra angolare dell'edificio marketing-mediatico sarebbe stata una ricerca pubblicata circa quatto anni fa nientemeno che da Jama, la rivista americana omologa del British Medical Journal, e quindi dotata di notevole credibilità scientifica, che indicava come il 43% delle donne tra i 18 e i 59 anni presentasse disfunzioni sessuali.
In quello studio, sottolinea ora Moynihan, «a 1.500 donne era stato chiesto se avessero provato per almeno 2 mesi alcuni problemi sessuali, come carenza di desiderio, ansia daprestazione o problemi di lubrificazione vaginale. E bastava rispondere sì a un'unica domanda su 7 per essere inserite nel gruppo di pazienti che soffrivano di disfunzione sessuale».

L'ipotesi avanzata da alcuni specialisti interpellati dal giornalista australiano, quindi, è che questo genere di ricerche «incoraggi i medici a prescrivere farmaci destinati ai disturbi sessuali», e che, fatto ancor più grave, «faccia pensare alle donne di avere problemi sessuali anche quando questi non esistono».

(Tratto integralmente da Il Corriere Salute - Luigi Ripamonti)

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

La danza, da passione a ladra …

Francesca, 29     Buongiorno,all'età di 7 anni ho iniziato a frequentare un corso di danza classica, amatoriale, da quel momento non ho mai più s...

Madre con disturbo narcisistic…

emcla, 32     Dopo diversi anni di quella che riconosco essere una dipedenza affettiva mi sono trovata a leggere del disturbo narcisistico di per...

cambio generazionale (15083266…

Anna, 50     Buongiorno, ringrazio in anticipo chi potrà aiutarmi ad affrontare il mio problema. Ho 50 anni e da 30 lavoro nell'azienda di famig...

Area Professionale

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

Le parole della Psicologia

Manipolazione

La manipolazione psicologica è un tipo di influenza sociale, finalizzata a cambiare la percezione o il comportamento degli altri, usando schemi e metodi ...

Empatia

Il termine empatia si riferisce alla capacità di una persona di partecipare ai sentimenti di un'altra, nel “mettersi nei panni dell’altro”, entrando in sintonia...

Eisoptrofobia

L'eisoptrofobia o spettrofobia (da non confondere con la paura degli spettri, phasmofobia) è la paura persistente, irrazionale e ingiustificata degli specchi, o...

News Letters