Pubblicità

Disturbi sessuali femminili? Un'invenzione creata dalle case farmaceutiche

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 455 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

I disturbi sessuali femminili? Un'invenzione creata ad arte da case farmaceutiche con la complicità di specialisti consenzienti, affamati di denaro e notorietà
Questa, in sintesi, la tesi di un articolo fortemente provocatorio pubblicato dal prestigioso British Medical Journal.

L'organo dell'associazione dei medici britannici riporta un'inchiesta di Ray Moynihan, giornalista australiano che corrobora le proprie affermazioni con studi e pareri di esperti statunitensi di diverse università. Le industrie farmaceutiche, secondo Moynihan, avrebbero sponsorizzato la «creazione» di un nuovo disordine medico, la cosiddetta disfunzione sessuale femminile, con il preciso scopo di aprire anche alle donne un mercato molto redditizio finora riservato ai soli uomini: quello dei medicinali contro le 'defaillance' sotto le lenzuola.

Pietra angolare dell'edificio marketing-mediatico sarebbe stata una ricerca pubblicata circa quatto anni fa nientemeno che da Jama, la rivista americana omologa del British Medical Journal, e quindi dotata di notevole credibilità scientifica, che indicava come il 43% delle donne tra i 18 e i 59 anni presentasse disfunzioni sessuali.
In quello studio, sottolinea ora Moynihan, «a 1.500 donne era stato chiesto se avessero provato per almeno 2 mesi alcuni problemi sessuali, come carenza di desiderio, ansia daprestazione o problemi di lubrificazione vaginale. E bastava rispondere sì a un'unica domanda su 7 per essere inserite nel gruppo di pazienti che soffrivano di disfunzione sessuale».

L'ipotesi avanzata da alcuni specialisti interpellati dal giornalista australiano, quindi, è che questo genere di ricerche «incoraggi i medici a prescrivere farmaci destinati ai disturbi sessuali», e che, fatto ancor più grave, «faccia pensare alle donne di avere problemi sessuali anche quando questi non esistono».

(Tratto integralmente da Il Corriere Salute - Luigi Ripamonti)

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

Gli psicologi nell'emergenza. …

Monica Isabella Ventura, Presidente di Psicologi Emergenza Abruzzo (PEA), ripercorre in poche righe l'esperienza diretta degli psicologi abruzzesi di fronte all...

Quello che emerge nell’emergen…

L'emergenza per il Covid-19 ha portato la comunità degli psicologi ad applicare nuove e più attuali forme di sostegno psicologico. Una riflessione sulle implica...

Il Test del Villaggio come tec…

La ripetizione e la trasformazione nello spazio e nel tempo Il test del Villaggio è composto da un kit di 200 pezzi di legno colorato raffiguranti edifici (cas...

Le parole della Psicologia

Ipnosi

Particolare stato psichico, attraverso il quale è possibile accedere alla dimensione inconscia ed emotiva dell’individuo, concedendo al singolo l'apertura della...

Ecofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata di rimanere da soli nella propria casa Una paura comune a molti che spesso si associa ad altre...

Patografia

Ricostruzione delle patologie psichiche di personaggi celebri fondate sulle informazioni biografiche e sull’esame delle loro opere. La patografia è l' “autob...

News Letters

0
condivisioni